Contenuto sponsorizzato

Riva del Garda, torna 'Il mondo in piazza': un pomeriggio tra inclusione e integrazione (anche in caso di pioggia)

In concomitanza con la giornata mondiale del rifugiato, sabato 22 giugno, la seconda tappa de 'Il mondo in piazza' si terrà a Riva del Garda.  La rassegna nasce per affrontare il tema delle migrazioni, dall’accoglienza della diversità alla storia dell’emigrazione trentina. In caso di maltempo l'iniziativa si svolgerà comunque nella Sala della Comunità Alto Garda e Ledro in via Rosmini 5/b

Pubblicato il - 21 June 2019 - 16:17

RIVA DEL GARDA. In caso di pioggia  l'evento di domani promosso da "Il Mondo in piazza" a Riva del Garda non si fermerà. Le attività sportive, l'aperitivo, e tutti gli interventi previsti verranno svolti nella Sala della Comunità Alto Garda e Ledro in via Rosmini 5/b.

 

L'appuntamento, in caso di bel tempo, andrà in scena al parco della Miralago di Riva. (NE PARLAVAMO QUI) Una rassegna, come spiegano gli organizzatori, nata per informare, conoscere e accogliere.

 

L'iniziativa è finanziata dalla Pat ed è organizzata da un team di associazioni, tra queste: associazione 46° Parallelo-Atlante delle guerre e dei conflitti del mondo, Acav (Associazione Centro aiuti volontari), Atas onlus (Associazione trentina accoglienza stranieri), Uisp Trentino.

 

L'evento gardesano si inserisce in un progetto più ampio composto da otto tappe che tra l’estate e l’autunno sviscereranno il tema delle migrazioni, dall’accoglienza della diversità alla storia dell’emigrazione trentina, passando per lo spopolamento delle valli alpine a seguito dell’emigrazione.

 

QUI IL PROGRAMMA

 

Da mezzogiorno fino a sera, andranno in scena incontri e confronti, libri, fotografie, spettacoli, laboratori e giochi tutti dedicati al mondo all'accoglienza e al fenomeno delle migrazioni. In particolare dalle 12 sarà possibile visitare la mostra fotografica di Fabio Buciarelli, reporter pluripremiato che con i suoi scatti è riuscito a catturare il dramma della guerra in Libia. Nel pomeriggio spazio a giochi di strada e laboratori, per grandi e piccini, con gli operatori dell'Unione italiana sport per tutti e i volontari dell'associazione trentina accoglienza stranieri. Per gli amanti dello skateboard invece ci sarà Andrea Righi con il suo progetto 'Skateboarder Africa'.

Successivamente interverranno varie cooperative e associazioni impegnate nell'accoglienza come Atas, cooperativa Arcobaleno e Fondazione Comunità Solidale. Gli interventi saranno trasformati in un fumetto da Flavio -'Il Flaviatore'- Rosati.

 

Nel tardo pomeriggio spazio ai dibattiti con la presentazione del libro di Nicola Bonelli 'La soggettività del migrante lungo la frontiera Europa'. Mentre dalle 18:00 si parlerà del modello di accoglienza Ugandese e ci sarà anche spazio per uno spettacolo teatrale 'Eisbolé' a cura della compagnia teatrale Farm. Infine Raffaele Crocco, presidente dell'associazione 46º Parallelo, leggerà alcuni testi tratti dall'Atlante delle guerre e dei conflitti del mondo. La giornata si concluderà in dolcezza con l'aperitivo offerto dall'associazione 'Sotto lo stesso cielo'. Gli organizzatori avvertono che in caso di maltempo l'evento sarà trasferito nella sala cinema della Comunità Alto Garda e Ledro in via Rosmini 5B.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 December - 07:01

L'assessora Stefania Segnana ha rassicurato che appena possibile, e compatibilmente con l'emergenza Covid-19, il servizio verrà riattivato. Ioppi: "Non si può aspettare nella migliore delle ipotesi l'ultimo momento per intervenire. In questo modo si sovraccaricano ulteriormente gli operatori". Fugatti risponde al Patt: "Trovare novelli difensori degli ospedali di valle, quando sappiamo benissimo quanto è stato fatto in 15 anni, ci fa un po' sorridere"

02 December - 20:28

Da qualche giorno appare chiaro che sommando i positivi trovati con i molecolari e gli antigenici il Trentino appare in linea (anzi con dati peggiori come per altro sui decessi e le terapie intensive) con l'Alto Adige. Ieri i positivi ''reali'' erano circa 520 (a fronte dei 156 comunicati in conferenza stampa) e sabato erano circa 800 (a fronte dei 219 di Fugatti e Segnana). Da domani anche la Pat dovrebbe fornire i dati completi uniformandosi alla vicina provincia di Bolzano

02 December - 19:37

Sono 459 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 47 pazienti sono in terapia intensiva e 52 in alta intensità. Sono stati trovati 278 positivi a fronte dell'analisi di 3.705 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,5%

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato