Contenuto sponsorizzato

Salire dal Fersina a Mesiano in 80 secondi: l'ascensore è realtà. Approvato il piano preliminare

Costerà 3 milioni e sarà in grado di trasportare 480 persone in un'ora. Il progetto preliminare dell'ascensore urbano, che collegherà via Bolognini alla facoltà di ingegneria, è stato approvato dalla Giunta di Trento. La cabina, senza conducente, sarà in grado di portare anche le biciclette, permettendo agli utenti di raggiungere comodamente l'università con il proprio mezzo

Pubblicato il - 23 December 2019 - 15:40

TRENTO. Salire in 80 secondi da viale Bolognini alla facoltà di ingegneria di Mesiano è cosa ormai quasi compiuta. Il progetto preliminare dell'ascensore urbano, dalla capienza di 40 persone a viaggio, è stato infatti approvato dalla Giunta comunale del capoluogo, assieme alla pista ciclopedonale che condurrà fino all'ingresso dell'Ateneo.

 

Posto su un dislivello di 76 metri e sviluppato su un piano inclinato di circa 160 metri, l'ascensore conterà su una sola cabina “va e vieni” senza conducente, che in soli 5 minuti sarà in grado di partire da valle, arrivare a monte e riscendere fino al limite estremo di via Bolognini, punto designato per la costruzione di una delle due stazioni, di dimensione ridotta e poco impattante dal punto di vista architettonico.

 

La cabina scorrerà su un corridoio dalla sezione di circa 8,5 metri, ancorata a binari di metallo sopraelevati al terreno per una quota che va dal metro a 5,5 metri e chiusa all'esterno da recinzioni metalliche. La velocità di percorrenza arriva a 2 metri al secondo sulle tratte a pendenza costante e sarà di 1,6 metri al secondo nei tratti di raccordo verticale, per un totale di circa 80 secondi di corsa più i tempi d'allontanamento e d'avvicinamento alle stazioni e quelli di salita e discesa dei passeggeri.

 

Capiente 40 persone a corsa, si stima possa avere una portata oraria massima di circa 480 persone per direzione, pari a 12 corse avanti e indietro. Adatta anche al trasporto delle biciclette, accompagnerà gli utenti alla stazione di Mesiano permettendo poi di raggiungere comodamente la facoltà attraverso un tracciato ciclopedonale sbarrierato dalla larghezza di 4 metri, dalla lunghezza di 310 metri e dalla pendenza longitudinale massima del 5,7%.

 

Tale documento preliminare porta a termine il lavoro di studio della prima parte di progettazione, in attesa che anche il percorso di collegamento con la provinciale dei Crozi venga infine realizzato. Lungo l'attuale tracciato, tra l'altro, verranno rimossi i baraccamenti presenti e spostati in luoghi concordati con il personale universitario.

 

Il costo complessivo dell'opera risulta essere di 3 milioni di euro, di cui 2 milioni e 535mila per i lavori e il restante per spese tecniche, opere accessorie e oneri fiscali. Per la sua realizzazione saranno necessari 420 giorni naturali e consecutivi.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Società
24 ottobre - 09:54
Sono circa 14 mila gli addetti necessari a questo settore tra strutture ricettive e della ristorazione. Gianni Battaiola (presidente di Asat): [...]
Cronaca
24 ottobre - 06:01
Gli Ordini dei medici e delle professioni infermieristiche lamentano, con preoccupazione, una certa lentezza nell'applicare le disposizioni di [...]
Cronaca
24 ottobre - 09:50
Disavventura per due escursionisti di nazionalità tedesca soccorsi nella tarda serata di ieri a circa metà tracciato del sentiero dei [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato