Contenuto sponsorizzato

Serve alcol a dei 15enni, mille euro di multa per un barista di Trento

Ad individuare il reato alcuni carabinieri in borghese durante i controlli che sono stati fatti in occasione della manifestazione promossa da Fridays for Future 

Pubblicato il - 17 December 2019 - 08:24

TRENTO. Deve pagare circa mille euro il titolare di un bar del centro storico di Trento. Una sanzione che gli è stata data dopo aver servito dell'alcol ai ragazzi di soli 15 anni.

 

Il fatto è accaduto durante la manifestazione di Fridays for Future che si è svolta le scorse settimane in città.

 

Il locale si trova lungo il percorso fatto dal corteo e in quell'occassione erano molte le persone che avevano deciso di fermarsi per bere qualcosa di caldo. Alcuni minorenni, però, hanno ordinato del vino.

 

Sul posto oltre i ragazzi erano presenti anche dei carabinieri in borghese che controllavano le consumazioni alcoliche e chi le faceva. Non è stato molto difficile individuare il gruppo di 15enni che bevevano bicchieri di prosecco.

 

Individuato il reato il titolare del bar è stato sanzionato con il pagamento di una multa di mille euro.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 January - 15:08

Le minoranze proprio questo pomeriggio hanno presentato una mozione per chiedere la creazione di una commissione d'indagine per verificare il tasso di effettiva diffusione del virus Covid-19 sul territorio Trentino, le modalità del suo monitoraggio e le azioni adottate per la sua gestione

26 January - 15:30

La giornata di Conte è iniziata con l'ultimo Consiglio dei Ministri per poi proseguire al Quirinale e al Senato, dove ha annunciato la sua decisione a Mattarella e ai presidenti delle Camere. Al vaglio ora le varie opzioni: dal Conte "ter" allo scioglimento delle Camere

26 January - 13:34

Bolzano fa un passo indietro dopo la mancata accettazione della classificazione del Cts e l'inserimento a livello europeo nella "zona rosso scuro". Pronta una nuova ordinanza che introduce restrizioni da domenica 31 gennaio. Kompatscher: "Sappiamo che le classificazioni nazionali e europee hanno conseguenze giuridiche. Per questo abbiamo deciso di prendere atto di questa situazione"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato