Contenuto sponsorizzato

SS47 bloccata, tamponamenti a catena a causa del ghiaccio

Sul posto si sono portati i vigili del fuoco volontari, i carabinieri e i soccorsi sanitari. La strada statale 47 è stata chiusa in entrambe le direzioni. 

Pubblicato il - 14 gennaio 2019 - 08:37

GRIGNO. Tamponamenti a catena questa mattina sulla SS47 a causa del manto stradale ghiacciato che rende impossibile percorrere la strada.

 

Il primo allarme è stato dato attorno alle 7.30 per un incidente che è avvenuto a Tezze di Grigno. Un altro tamponamento è avvenuto a Primolano.

 

Il freddo della notte ha creato una lastra di ghiaccio che ha reso impraticabili vari chilometri della SS47. 

 

Sul posto si sono portati i carabinieri, i vigili del fuoco volontari e i soccorsi sanitari. E' intervenuto anche l'elicottero. Diversi testimoni segnalato il coinvolgimento di molte auto

 

La strada statale 47, sia a causa degli incidenti che per il manto stradale ghiacciato, è stata al momento completamente bloccata in entrambe le direzioni. Molti disagi per il traffico con colonne di diversi chilometri. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 novembre - 20:20

Sono 476 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 50 in alta intensità. Sono stati trovati 93 positivi a fronte dell'analisi di 1.484 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,3%

23 novembre - 19:10

Ecco come cambiano le regole di comportamento se in casa qualcuno avverte dei sintomi legati al coronavirus. La “regola dei 21 giorni” di isolamento e le altre istruzioni, l’Apss: “Le persone asintomatiche dei servizi essenziali continueranno a lavorare con la mascherina, poi in quinta giornata faranno un tampone”

23 novembre - 18:32

Il tema è quello dell'apertura degli impianti per il periodo di Natale e Capodanno, ipotesi in questo momento bloccata da Roma. Nel tentativo di forzare una decisione diversa, la Provincia di Trento e quella di Bolzano, valle d'Aosta, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Veneto e Piemonte hanno trovato un'intesa unanime sul protocollo di sicurezza

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato