Contenuto sponsorizzato

Stavano cercando di forzare un bar in via Verdi ma un cittadino ha chiamato i carabinieri che li hanno fermati

Si tratta di due ragazzi che sempre nella notte avevano tentato di entrare in un altro locale commerciale vicino a Piazza Duomo e avevano danneggiato delle auto, sempre nella zona

Pubblicato il - 17 aprile 2019 - 13:14

TRENTO. Avevano colpito della auto, tentato di entrare in un locale in Piazza Duomo e stavano cercando di forzare l'ingresso di un bar di via Verdi ma un cittadino ha dato l'allarme e i carabinieri sono riusciti ad intervenire in tempo. Questa mattina all'alba i militari dell'Arma hanno proceduto all’arresto in flagranza di un 21enne tunisino e al deferimento in stato di libertà di un ragazzo minorenne, anch’egli tunisino, considerato il suo complice e riaffidato al termine delle operazioni ai genitori.

 

I due, infatti, alle prime luci del giorno sono stati visti da un cittadino mentre stavano cercando di forzare la porta d'ingresso di uno dei bar della centralissima via Verdi. L'uomo ha subito chiamato le forze dell'ordine e mentre i due erano ancora al lavoro i carabinieri sono giunti sul posto e li hanno visti. I due ragazzi hanno subito tentato di disperdere il materiale da scasso, lanciandolo via ma ormai era troppo tardi: i militari avevano visto tutto e hanno provveduto a fermare i due giovani e a recuperare l'attrezzo per l'effrazione.  

 

A quel punto i carabinieri hanno cercato di ricostruire quanto stava accadendo e quanto era accaduto poco prima. La loro attività investigativa, infatti, forte anche dell'assistenza del cittadino che li aveva contattati, ha permesso di accertare la responsabilità dei due in una serie di tentati accessi all’interno di un’altra attività commerciale che si trova nei pressi di Piazza Duomo e di una serie di danneggiamenti a più autovetture, parcheggiate sulla pubblica via tra Piazza Duomo e via Verdi.

 

Alla luce di ciò, sulla base degli elementi raccolti, i due sono stati ritenuti responsabili dei reati predetti e, mentre il maggiorenne è stato tratto in arresto e dovrà rispondere del reato commesso dinanzi all’autorità giudiziaria di Trento, il minore è stato deferito in stato di libertà ed affidato ai suoi genitori.

 

Le indagini proseguono per verificare se gli stessi abbiano arrecato altri danni in città nella notte appena trascorsa.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 giugno 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 giugno - 06:03
Un aumento di costi anche a fronte di accordi annuali e più onerosi per il Trentino stipulati sul finire della Giunta Rossi, legislatura ormai in scadenza di mandato e che quindi non si era impegnata in accordi pluriennali per lasciar spazio al nuovo governo provinciale (oppure per riprendere le fila del discorso se il centrosinistra avesse vinto le elezioni). La stima della ricaduta è di 10 milioni
04 giugno - 15:37

Prende il via la nuova graphic novel di Flavio Rosati ambientata a Trento che avrà come protagonisti Daniel, Nina e i commercianti del capoluogo. Enrico Faes, Consorzio Trentino Iniziative: "Un modo diverso e originale per farsi conoscere e conoscere la bellezza del capoluogo, in questo momento più che mai". Sono aperte ora le iscrizioni per tutte le attività che vorranno prendere parte al progetto e vedersi "trasformare" in fumetto

 

04 giugno - 20:29

Il decesso è avvenuto a Campitello di Fassa, un lutto che ha scosso la comunità. Ci sono 5.438 casi e 468 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. I tamponi analizzati sono stati 611 per un rapporto contagi/tamponi che si attesta a 0,16%

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato