Contenuto sponsorizzato

Una foto shock e razzista a coprire un manifesto shock contro il lupo

Succede in Alto Adige, dove un manifesto con un lupo, denti aguzzi e fauci spalancate è stato coperto da un'immagine razzista che rappresenta un uomo nero dietro una ragazza bianca che si tappa il naso. Solo il messaggio, infatti, non cambia: "Proteggete i vostri figli". A riportarlo il quotidiano Salto.bz 

Pubblicato il - 25 giugno 2019 - 16:29

BOLZANO. Una foto shock a coprire un manifesto shock. Succede in Alto Adige, dove un manifesto con un lupo, denti aguzzi e fauci spalancate è stato coperto da un'immagine razzista che rappresenta un uomo nero dietro una ragazza bianca che si tappa il naso. Solo il messaggio, infatti, non cambia: "Proteggete i vostri figli". A riportarlo il quotidiano Salto.bz nell'articolo a firma di Christoph Franceschini (Qui articolo in lingua tedesca). 

 

La foto è durata solo pochi giorni, un intero week end, prima che qualcuno "armato" di senso civico la rimuovesse prima di lunedì sera. A bordo della strada di Villandro è stato posizionato un cartello di grandi dimensioni contro il lupo, la stessa immagine utilizzata dai contadini nella protesta a Bolzano e Vipiteno. L'animale a denti scoperti e il messaggio: "Proteggi i tuoi figli".


Come riporta Salto.bz, il cartello si trova circa sette chilometri sopra Villandro al bivio della vecchia miniera. Ben visibile a centinaia di auto, moto e ciclisti. Un messaggio già allarmante, ulteriormente peggiorato: alcuni sconosciuti hanno, infatti, coperto il lupo ma la foto mostrava un uomo di colore dietro una donna bianca che si tappa il naso per un chiaro segnale di rifiuto. Un evidente messaggio razzista e xenofobo, rimarcato dalla frase "Proteggete i vostri figli".

 

Un messaggio visto da migliaia di persone che hanno raggiunto l'area nel week end. "Un chiaro caso di discriminazione razziale e questo atto deve essere perseguito attraverso la legge Mancino", dice un insegnante di Bolzano che si è recato con la famiglia a Villandro e ora pensa di fare un esposto in procura.

 

Il lupo come simbolo del pericoloso straniero che entra nelle montagne dell'Alto Adige e che preda il bestiame, si è trasformato così in un veicolo di messaggi xenofobi: il culmine della mancanza di gusto. Anche questo è l'Alto Adige, che viene venduto in tutto il mondo come "terra della diversità", conclude Salto.bz.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 ottobre - 19:49

Purtroppo si registra anche un nuovo positivo a Cembra Lisignago dove si era sviluppato il più grosso focolaio legato alla popolazione residente che ha un rapporto dell'0,85% di positivi per residenti. Dato più alto nel comune vicino, ad Altavalle (1% di popolazione positiva). Altri tre comuni sopra lo 0,75%

21 ottobre - 20:14

La notizia è stata battuta da Reuters e ripresa in tutto il mondo. Il fatto sarebbe avvenuto in Brasile e la conferma arriva dall'Università di San Paolo

21 ottobre - 17:39

Tra i nuovi positivi, 71 presentano sintomi, 13 casi riguardano minorenni, dei quali 2 contagiati sono nella fascia di età 0-5 anni e altri 11 ragazzi si collocano nella fascia 6-15 anni, mentre 13 infezioni riguardano over 70 anni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato