Contenuto sponsorizzato

Aggrediti e minacciati con pistola e coltello, momenti di paura per due ragazzi

E' successo domenica sera nel parcheggio del parco di Martignano. I due malviventi sono sbucati all'improvviso, hanno mandato in frantumi un vetro dell'auto e hanno chiesto soldi e cellulare. Avviate le indagini dei carabinieri per individuare i due rapinatori 

Pubblicato il - 14 gennaio 2020 - 08:04

TRENTO. Aggrediti da due incappucciati con pistola e coltello. Sono stati attimi di paura quelli vissuti domenica sera da due ragazzi nel parcheggio del parco di Martignano. I due, un ragazzo e una ragazza, erano appena arrivati con l'auto nel parcheggio. Avevano trascorso una giornata con gli amici e si stavano per salutare. Lei aveva lasciato l'auto in quel posto. In pochi secondi, però, quella che doveva essere una serata tranquilla si è trasformata in un incubo.

 

Due persone si sono avvicinate all'auto e hanno mandato in frantumi un vetro del mezzo. Il giovane che si trovava alla guida è immediatamente sceso e si è trovato davanti i due incappucciati con passamontagna. “Indossavano vestiti scuri, guanti e parlavano italiano con un accento dell'Est” ha raccontato la ragazza che si trovava in auto in un post su Facebook.

 

I malviventi hanno subito chiesto soldi e cellulare ma i due ragazzi hanno opposto resistenza. Ecco allora che uno dei due rapinatori ha puntato una pistola addosso al ragazzo mentre l'altro ha cercato strattonare la ragazza fuori dall'auto.

 

“Dopo la reazione spontanea del mio amico per difendermi – raccontano - ci hanno puntato un coltello, visibilmente spaventati ma senza mai demordere”. Il ragazzo è poi salito in auto cercando di partire per allontanarsi mentre i malviventi cercavano ancora di strattonare la ragazza fuori dal mezzo. I due incappucciati hanno poi desistito e sono fuggiti.

 

I ragazzi, dopo essersi messi al sicuro, hanno immediatamente chiamato i carabinieri. Sono subito partite le ricerche dei due malviventi. “I carabinieri – conclude la giovane - ci hanno comunicato, mentre li cercavano, che una signora li ha visti correre via per l'area cani e poi ha sentito rumori di motorino. Abbiamo trovato a terra due bossoli sparati, probabilmente di una scacciacani”.

 

Già in passato, pochi giorni prima di Natale, un'altro episodio simile è avvenuto nel parcheggio che si trova all'inizio di corso Buonarroti. In quel caso i due giovani si sono trovati in macchina un uomo che li ha minacciati con una siringa. (QUI L'ARTICOLO)

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 gennaio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 gennaio - 18:58

Gli studenti della classe terze dell'Arcivescovile  hanno scritto una lettera alla senatrice a vita per chiederle dei consigli su come affrontare i messaggi, d'odio sempre più frequenti nel mondo d'oggi. Dopo due settimane è arrivata la risposta di Liliana Segre 

27 gennaio - 12:31

Il leader carismatico della Lega ha provato il tutto per tutto in queste settimane di campagna elettorale cercando di raccattare anche l'ultimo voto tra citofoni, accuse di spaccio a negozianti, felpe di piloti morti, retorica del dolore (con Bibbiano che lo ha ripagato votando al 40% per il solo Pd). Ha schierato parlamentari e amministratori (anche trentini compreso il presidente della Provincia Fugatti), scattato e fatto scattare migliaia di selfie ma alla fine la gente ha riempito le urne 

27 gennaio - 15:50

Sabato scorso è arrivata da Roma la richiesta di istituire a livello locale una task force di coordinamento delle attività che si faccia carico, tra l'altro, anche della comunicazione relativa all’emergenza

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato