Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, anche i circoli sociali e ricreativi posso ripartire. Arriva l'ok dalla Pat, gli Alpini: ''Pronti a riaprire"

Da tempo circoli sociali e ricreativi presenti sul territorio sono chiusi per l'emergenza coronavirus. In alcuni casi sono stati riaperti ma solo per limitate attività ma la maggior parte fino ad oggi è rimasta chiusa. Da tempo si chiedeva una maggiore chiarezza alla Pat 

Foto tratta da Fb Alpini Trento
Di gf - 08 giugno 2020 - 19:18

TRENTO. Dopo tanta attesa finalmente anche i circoli sociali e ricreativi presenti sul territorio potranno riaprire i battenti. Da parte della Pat, infatti, sembra essere arrivato il via libera tanto atteso che permette ai circoli di ripartire. 

 

Parliamo dei tanti circoli sparsi sul territorio che fanno capo agli alpini, punti fondamentali per l'intera comunità, ma anche i circoli anziani e quelli della Sat. Alcuni erano solo parzialmente aperti perlopiù per le attività amministrative. 

 

Nelle scorse settimane erano state molte le sollecitazioni inviate alla Provincia affinché si intervenisse per mettere chiarezza, recepire le riaperture nazionali già poste in essere in altre regioni. Quello che serviva era una presa di posizione chiara nel rispetto delle regole.  

 

Il nodo sulle riaperture, però, sembra essersi risolto proprio lunedì pomeriggio. I bar e le altre attività di ristorazione, come risaputo, sono aperti dal 18 maggio sempre nel rispetto nelle regole per il contenimento del coronavirus, che vanno dal distanziamento sociale al rispetto delle norme igienico sanitarie. Il fatto che non ci sia una distinzione tra operatori economici o circoli permette di fatto a quest'ultimi di avviare la propria attività. Sino a ieri, in via precauzionale i circoli erano rimasti pressoché chiusi non sapendo come comportarsi ma, finalmente, la Provincia con una sua interpretazione inviata ai vari referenti ha dato il suo ''via libera''.

 

Sostiene, infatti, che i circoli siano equiparabili ai locali pubblici e, seppure nel rispetto delle regole per evitare i contagi, possono riaprire. Positivo il commento che arriva dagli Alpini: "Noi riapriamo di sicuro, se non domani dopodomani" ha spiegato Paolo Frizzi, Vicepresidente della sezione Alpini di Trento, che aspettava da tempo un via libera ufficiale.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 settembre - 20:18

La mappa del contagio comune per comune. Oggi in Alto Adige è stata chiusa la prima scuola della regione per un focolaio tra gli studenti

25 settembre - 19:15

Preoccupa il ritorno dei contagi, soprattutto in vista della stagione invernale e sulle piste da sci. Il consigliere del Patt Dallapiccola deposita un’interrogazione: Finora questa Giunta non ha dato dimostrazione di particolare prontezza di riflessi e di efficacia nelle risposte ai problemi che via via si presentano”

25 settembre - 16:21

Nelle ultime 48 ore in Alto Adige sono stati individuati quasi 90 positivi. Di questi cinque sono studenti di scuole diverse (ecco quali) dove scatteranno le normali misure di quarantena per i compagni mentre altri cinque sono stati individuati solo nell'istituto di Merano. Per sicurezza da lunedì 28 settembre fino a venerdì 9 ottobre 2020 compreso la scuola resterà chiusa e si torna alle lezioni digitali

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato