Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, Boris Johnson si è aggravato. Il premier britannico trasferito in terapia intensiva

Domenica sera, su indicazione del proprio staff medico, era stato ricoverato in ospedale per dei controlli visti i persistenti sintomi dovuti al covid-19. Ieri pomeriggio, però, le sue condizioni sono peggiorate 

Pubblicato il - 07 aprile 2020 - 08:20

LONDRA. Dopo essere stato ricoverato, su indicazione del proprio staff medico, al St Thomas' Hospital, per quelli che dovevano essere dei controlli a seguito del contagio da coronavirus, le condizioni di salute del primo ministro britannico, Boris Johnson, nel pomeriggio di ieri si sono aggravate.

 

Il portavoce di Downing Street ieri sera ha spiegato che il ricovero era stato deciso a causa di “sintomi persistenti di coronavirus” (Qui l'articolo). “Nel corso di questo pomeriggio – spiega la nota emessa ieri sera - le condizioni del primo ministro sono peggiorate e, su consiglio del suo team medico, è stato trasferito nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale”. (Qui la nota completa)

Boris ha chiesto al ministro degli Esteri Dominic Raab, che è il primo segretario di Stato, di sostituirlo, se necessario.

 

È un precipitare della situazione che ha colto tutti di sorpresa e ha fatto anche nascere diversi interrogativi sulle reali condizioni del premier che, comunque, ieri mattina era intervenuto su twitter. “La scorsa notte, su consiglio del mio dottore – ha fatto sapere lo stesso premier britannico – sono andato in ospedale per alcuni esami di routine poiché ho ancora i sintomi del coronavirusSono di buon umore e resto in contatto col mio team» aveva scritto.

In merito alle condizioni di Boris Johnson, questa mattina non c'è stata ancora alcuna dichiarazione.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
18 aprile - 13:04
Le riaperture annunciate dal governo Draghi, per il virologo Buroni, sarebbero decisioni politiche perché le conoscenze scientifiche non [...]
Cronaca
18 aprile - 12:39
Nello stato di San Paolo in particolare una buona parte degli ospedali avrebbe esaurito le scorte di sedativi per i pazienti intubati che, secondo [...]
Ambiente
18 aprile - 12:53
L'enorme massa di ghiaccio di 6.000 chilometri quadrati si era staccata dall'Antartide nel 2017, dirigendosi lentamente verso l'isola della Georgia [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato