Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, ci sono gli sconti e la gente affolla il negozio ma arrivano i carabinieri che sanzionano il titolare

All’interno dell’esercizio commerciale multiservizi c’erano circa 120 persone anche se il negozio avrebbe potuto contenerne solo 90: i carabinieri sanzionano il titolare e chiudono per cinque giorni l’attività

Pubblicato il - 29 November 2020 - 17:40

BELLUNO. Da settimane i carabinieri sono impegnati nei controlli sul territorio per verificare che cittadini ed esercenti rispettino le norme imposte dall’ultimo Dpcm in materia di coronavirus, che regola gli orari delle attività e le condotte personali, imponendo fra le altre cose un coprifuoco partire dalle 22.

 

Ad ogni modo nella giornata di ieri, 28 novembre, i militari di Belluno sono intervenuti in via Tiziano Vecellio perché in centrale era giunta la segnalazione di un affollamento anomalo all’interno dell’esercizio commerciale “M.P. market”, una struttura multiservizi dove si possono trovare capi d’abbigliamento articoli per la casa, detersivi, utensili, articoli per la scuola e oggettistica varia.

 


 

Complice il periodo di sconti sono state molte le persone che avevano deciso di recarsi nel negozio per fare compere. A confermare i sospetti dei militari anche l’elevato numero di automobili parcheggiate nel piazzale. Peccato però che la capienza della struttura fosse di 90 clienti, mentre all’interno fosse stato consentito l’ingresso di almeno 120 persone, questa almeno la cifra rilevata dai carabinieri.

 

A quel punto i militari non hanno potuto fare altro che sanzionare il titolare, colpevole di non aver regolato il flusso di ingressi, permettendo l’accesso a un numero di clienti superiore rispetto alla capienza autorizzata. Inoltre, il negozio è stato chiuso provvisoriamente per cinque giorni.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 January - 19:18

Nella conferenza stampa straordinaria organizzata dalla giunta provinciale di Bolzano, Arno Kompatscher si è detto sconcertato dalla scelta del Cts di trasformare l'Alto Adige in zona rossa. "Abbiamo inviato una lettera a Roma. Sulla base dei dati confermiamo con l'ordinanza di stasera la zona gialla"

15 January - 19:30

Sono tantissime le prese di posizione (di partiti e istituzioni) in favore della testata ma colpiscono, in particolare, le dichiarazioni di Fugatti (che si dice ''sorpreso''), dei sindacati (che ancora parlano di ''investimento'' riferendosi all'operazione predatoria compiuta sull'editoria locale da parte di Athesia) e dell'Ordine dei Giornalisti (che esprime la sua ''solidarietà''). Ora si pensi ai giornalisti ma non si dimentichino i collaboratori esterni e i fotografi che da una vita lavorano per poche decine di euro al giorno mettendoci tutto quel che hanno

15 January - 18:35

Il direttore sanitario dell'Apss, Antonio Ferro spiega: "Preoccupa il livello di occupazione dei posti letto negli ospedali". Il presidente della Provincia chiede ancora "senso di responsabilità" ai trentini 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato