Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, dodici persone in quarantena fiduciaria alle ex caserme austroungariche alle Viote

Il luogo delle ex caserme è stato ritenuto più idoneo dalle autorità sanitarie provinciali per accogliere chi si sottopone alla quarantena fiduciaria, che dura 14 giorni. Stanno tutte bene e non presentano sintomi che possano essere messo in relazione al virus

Pubblicato il - 20 febbraio 2020 - 18:01

TRENTO. Sono attualmente 12 le persone, rientrate dalla Cina sottoposte a quarantena volontaria come precauzione nei confronti del coronavirus. Sono tutte alloggiate alle ex caserme austroungariche alle Viote e nel comune di Garniga Terme. Stanno tutte bene e non presentano sintomi che possano essere messo in relazione al virus.

 

Le persone vengono individuate grazie all’ottima collaborazione esistente con la comunità cinese del Trentino. Il luogo delle ex caserme è stato ritenuto più idoneo dalle autorità sanitarie provinciali per accogliere chi si sottopone alla quarantena fiduciaria, che dura 14 giorni.

 

Tutte le persone monitorate nelle scorse settimane alla struttura di Sardagna sono rientrate nelle proprie abitazioni. Le ex caserme di Garniga Terme sono state allestite e saranno gestite dalla Protezione civile trentina. Attualmente, sono una ventina le stanze messe a disposizione.

 

Alla struttura è previsto un presidio della Croce rossa italiana che, come in Sardagna, darà assistenza alle persone presenti.

 

Lunedì scorso, il vicepresidente della Giunta provinciale, insieme al dirigente generale del Dipartimento provinciale salute e politiche sociali, Giancarlo Ruscitti, ha informato il sindaco del Comune di Garniga Terme, della decisione di trasferire alle ex caserme le persone che d’ora in avanti dovessero essere sottoposte alla quarantena fiduciaria.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 ottobre - 20:13

Ci sono 127 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 9 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 12 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 222 positivi a fronte dell'analisi di 2.861 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,6%

30 ottobre - 18:15

La misura introdotta per evitare assembramenti: l’1 e il 2 novembre i cimiteri di tutto il Trentino rimarranno chiusi. Fugatti: “L’azienda sanitaria ci segnala un rischio aumento dei contagi sugli anziani, una settimana dopo le feste di Ognissanti”

30 ottobre - 20:57

Questi alcuni commenti durante la diretta della Provincia per aggiornare il territorio sulla situazione epidemiologica. Rossi (Patt): "Fugatti deve dissociarsi subito e anche prendere provvedimenti altrimenti vuol dire che condivide"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato