Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, un positivo in Fiera e 90 persone finiscono in quarantena. Croce Rossa: ''Area pronta ad affrontare queste situazioni''

E' successo nell'area predisposta per ospitare i senza tetto. La persona positiva è asintomatica ed è stata trasferita a Colle Isarco. Le altre persone ospitate sono state poste in isolamento. Tra una settimana ci sarà un nuovo screening per verificare la situazione 

Stanze singole nella struttura predisposta in Fiera
Di G.Fin - 13 giugno 2020 - 12:35

BOLZANO. Sono una novantina le persone messe in quarantena a Bolzano a seguito della rilevazione di un soggetto positivo al coronavirus nell'area predisposta ad hoc per ospitare i senzatetto in zona Fiera.

 

Negli scorsi mesi Fiera Bolzano, in collaborazione con l'Agenzia per la Protezione civile, la Provincia di Bolzano, la Croce Rossa e la Croce Bianca, ha infatti chiuso un accordo per l'organizzazione temporanea di alloggi per le persone senza fissa dimora nei suoi padiglioni. Un intervento fatto per far rispettare le regole di contenimento del contagio e per offrire alle persone che si trovavano a dormire all'aperto un riparo al sicuro dove vivere.

 

Nel corso di questi mesi sono proseguiti i controlli sanitari attraverso degli screening che sono stati portati avanti dalla Croce Rossa ma anche dall'Ufficio di Igiene pubblica della Provincia.

 

“La struttura – ha spiegato a ildolomiti.it il presidente della Croce Rossa dell'Alto Adige, Manuel Pallua – è stata fatta per garantire, soprattutto nel periodo più critico, maggiore sicurezza per i senzatetto. E' sempre stato fatto uno screening che ha permesso di tenere sotto controllo la situazione. Nell'ultimo, però,  uno dei presenti è risultato essere positivo anche se asintomatico”.

 

Rilevata la positività i sanitari hanno quindi avviato il protocollo già predisposto. La persona risultata positiva al tampone è stata trasferita a Colle Isarso per la quarantena. Nello stesso tempo altre circa 90 persone sono state sottoposte ad isolamento pur non essendoci al momenti altri casi.

“La struttura – ha spiegato Pallua – è nata anche per gestire queste situazioni. Ci sono stanze singole, il numero dei bagni messi a disposizione è studiato per rispondere alle esigenze di questi momenti. Quello che cambierà ora è una maggiore attenzione alla pulizia e l'aumento dei cicli di sanificazione dei bagni e delle docce. Faremo ancora più attenzione al distanziamento sociale ma le regole sono sempre state seguite”.

 

Attualmente, fanno sapere sempre dalla Croce Rossa che gestisce l'area, non ci sono indicatori che posso far pensare altri contagi. “Attenderemo una settimana – ha concluso il presidente della Croce Rossa – e sarà effettuato un nuovo screening a tutte le persone ospitate. Saranno poi i medici a fare le loro valutazioni. L'area, comunque, è limitata, pulita e igienizzata”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 giugno - 21:07
Una barca si è rovesciata nel lago di Caldonazzo a causa del forte maltempo che si è abbattuto su ampie porzioni del Trentino. Due persone [...]
Cronaca
23 giugno - 19:56
Chi è abituato a percorrere il viadotto dei Crozi sa che sulla vecchia strada da sempre si formano delle cascate con l'arrivo del maltempo. Ora [...]
Cronaca
23 giugno - 21:22
I due escursionisti, con una comitiva di altre 6 persone, si trovavano a quota 3.100 metri sotto le roccette di Punta Penia quando è avvenuto il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato