Contenuto sponsorizzato

Precauzioni per il Coronavirus, due studenti in isolamento a Trento

Sono arrivati dalla Cina e pur non presentando alcun sintomo è scattato il protocollo sanitario che prevede l'isolamento fiduciario per far decorrere in via precauzionale i 14 giorni previsti per un'eventuale incubazione della malattia

Pubblicato il - 01 febbraio 2020 - 08:01

TRENTO. Non sono malati e non presentano sintomi. A due studenti provenienti dalla Cina si stanno comunque applicando le misure previste dal ministero della salute per gestire il fenomeno del contagio da Coronavirus.

 

In queste ore i soggetti provenienti dalla Cina sono stati invitati a seguire un protocollo precauzionale - definito isolamento fiduciario - indipendentemente dalla sintomatologia presentata.

 

In pratica è stata individuata una zona isolata e protetta, nel caso dei due studenti a Sardagna, per consentire a cittadini cinesi che entrano nel nostro territorio di far decorrere in via precauzionale i 14 giorni previsti per un'eventuale incubazione della malattia.

 

L’inserimento in tale struttura viene fatto previa accettazione volontaria da parte degli interessati.

Si tratta, è opportuno chiarirlo ancora una volta, di una misura estremamente prudenziale che viene applicata anche se i soggetti non presentano sintomi.

In quest'ultimo caso infatti è prevista una procedura diversa che prevede l'immediata effettuazione di analisi e il ricovero nel reparto malattie infettive. Alla data odierna non è stato effettuato in Trentino alcun ricovero della fattispecie poc'anzi descritta.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 ottobre - 15:58

Il presidente della regione Veneto ha commentato i dati odierni (oltre 1.100 contagi e 3 morti) e spiegato che secondo lui sarebbe stato meglio chiudere i centri commerciali che gli esercenti della ristorazione. E sul virus ha aggiunto: ''Va affrontato per quello che è: per noi l'emergenza sanitaria non c'è. Non c'è in Veneto''

26 ottobre - 15:45

E' successo pochi minuti prima di mezzogiorno. Sul posto si sono portati  i carabinieri, i vigili del fuoco di Grigno e i soccorsi sanitari. Il ragazzo dopo essersi ripreso è stato stabilizzato ed elitrasportato all'ospedale di Trento 

26 ottobre - 14:52

Il nuovo Dpcm mette nero su bianco la chiusura di teatri e cinema. In queste ore verrà fatta conoscere la nuova ordinanza di Fugatti e si capirà se la strada seguita è quella di Bolzano con la deroga alle regole nazionali o Roma

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato