Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, due studenti in isolamento a Sardagna, il presidente Pedrotti: ''Inaccettabile che dalla Provincia non sia arrivata alcuna comunicazione''

In merito al fatto che l'ex hotel Panorama è stato indicato come "struttura isolata" Pedrotti precisa: "Si trova nel raggio di dieci metri da: arrivo della funivia Trento - Sardagna (mille passaggi al giorno), terrazza “Busa dei Orsi”, un esercizio pubblico e abitazioni private”

Pubblicato il - 01 febbraio 2020 - 11:16

TRENTO. “Trovo assolutamente incredibile, oltre che inaccettabile, che operazioni di questo tipo, pur rese necessarie dalla contingenza dei tempi, vengano poste in essere senza nessuna comunicazione”. Usa toni molto duri il presidente della circoscrizione di Sardagna, Alberto Pedrotti, in merito alla decisione da parte della Provincia di utilizzare l'ex Centro Congressi Panorama per ospitare l'isolamento fiduciario di due studenti cinesi appena tornati a Trento. E' bene chiarire che si tratta di persone che non hanno alcun genere di sintomo ma si stanno applicando le misure previste per gestire il fenomeno ed evitare il Coronavirus.

 

Ad insospettire e preoccupare i cittadini di Sardagna è stato il continuo via vai di mezzi da e per l’ex Centro Congressi Panorama, accompagnato da un’ambulanza della Croce Rossa. “In assenza di comunicazioni ufficiali in merito – ha spiegato il presidente Pedrotti - nel tardo pomeriggio, assieme ai consiglieri circoscrizionali, ho attivato tutti canali istituzionali per capire il motivo di tali operazioni. Solo dopo molte telefonate grazie al prezioso intervento della Giunta Comunale e del Sindaco di Trento, siamo riusciti ad ottenere risposta dalle massime autorità provinciali, con l’aggiunta, da parte di queste ultime, che sarebbe a breve stato pubblicato un comunicato in merito”. Successivamente, infatti, si è venuti a sapere che alcuni cittadini, volontariamente e con responsabilità, si sono proposti alle strutture sanitarie secondo le procedure dell’”isolamento fiduciario”. (QUI L'ARTICOLO)

 

“Trovo assolutamente incredibile, oltre che inaccettabile, che operazioni di questo tipo – afferma il presidente della circoscrizione di Sardagna - pur rese necessarie dalla contingenza dei tempi, vengano poste in essere senza nessuna comunicazione preventiva alle autorità politiche territoriali (Sindaco, Giunta Comunale, Consiglio Circoscrizionale) né alle forze dell’ordine che, per inciso, stavano per essere mandate in loco a verificare non si trattasse di attività illecite. Ciò è reso ancora più grave, ai limiti dell’inconcepibile, dal fatto che gli organi di stampa sapessero invece già tutto da qualche ora”.

 

In riferimento poi al fatto che l'ex Panorama è stato indicato indirettamente come 'struttura isolata', Pedrotti ha voluto precisare che “Oltre che ad essere probabilmente la struttura più famosa della città (non certo in senso positivo), è nel raggio di dieci metri da: arrivo della funivia Trento - Sardagna (mille passaggi al giorno), terrazza “Busa dei Orsi”, un esercizio pubblico e abitazioni private”.

 

Alberto Pedrotti ora chiede delle spiegazione sulle scelte fatte. “Non mi riterrò soddisfatto – spiega - finché non avrò chiarimenti approfonditi sull’iter che ha portato a questa scelta e alle modalità di (non) comunicazione adottate. Inoltre, anche alla luce del fatto che la struttura, pare essere designata per ospitare altri soggetti, pretendo la massima chiarezza in primo luogo dalla Giunta Provinciale, poi dall’Azienda Sanitaria e dalla task force dedicata all’emergenza coronavirus, fermo restando che l’ex Hotel Panorama, per localizzazione, è palesemente inadeguato a svolgere una funzione di questo genere. Infine, mi riservo di convocare a brevissimo termine un Consiglio Circoscrizionale straordinario al quale inviterò tutte le autorità”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 ottobre - 17:39

Tra i nuovi positivi, 71 presentano sintomi, 13 casi riguardano minorenni, dei quali 2 contagiati sono nella fascia di età 0-5 anni e altri 11 ragazzi si collocano nella fascia 6-15 anni, mentre 13 infezioni riguardano over 70 anni

21 ottobre - 17:18

Il primo a prendere questa decisione di assoluto buon senso (visto che l'anima di questi eventi è costruita sulla logica dell'assembramento, della convivialità e della presenza di tanti turisti) è stato il sindaco di Trento Franco Ianeselli. Attaccato dalla maggioranza leghista che governa la Provincia poco dopo è stato seguito da Kompatscher e da tutto l'Alto Adige. Oggi la decisione ufficiale del sindaco Sboarina 

21 ottobre - 17:23

I casi in Lombardia sono raddoppiati rispetto a ieri e sono decedute 20 persone, mentre il rapporto contagi/tamponi si attesta all'11%. Un'osservata speciale è Milano che ha fatto segnare 1.800 nuovi infetti. Anche a Verona saltano i Mercatini di Natale. Probabili misure restrittive del governo per il fine settimana

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato