Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, chiusi gli asili nido e l'Università di Trento. Saltano partite e incontri sportivi (quelli in indoor) ma non ci sono contagi in Trentino

Dopo l'incontro con i sindaci Fugatti ha fatto il punto sulla situazione in provincia spiegando le misure precauzionali che si stanno prendendo per i prossimi giorni. Praticamente le scuole di ogni ordine e grado fino a martedì saranno chiuse

Pubblicato il - 22 febbraio 2020 - 18:21

TRENTO. ''Nulla è cambiato rispetto ai contagi al momento in Provincia di Trento. Alle 18 del 22 febbraio, non ce ne sono''. Così il presidente della provincia Fugatti al termine dell'incontro avuto con i sindaci del Trentino sul tema del coronavirus che da ieri sta spaventando, anche l'Italia.

 

Dopo i focolai in Lombardia (vi abbiamo portati laddove si è verificato il secondo decesso, nel triangolo di Castiglione d'Adda, Codogno e Casalpusterlengo QUI ARTICOLO) e in Veneto il timore ora è che se ne possano sviluppare altri anche sul nostro territorio ma, al momento, la situazione è tranquilla da questo punto di vista. Non lo è sul piano dell'attenzione sanitaria: lunedì e martedì, per esempio, verranno tenuti chiusi gli asili nido del Trentino e l'Università di Trento (le altre scuole lo sono già per il carnevale, quindi poi lunedì si deciderà come procedere) e già da domani verranno sospesi gli sport indoor e soprattutto quelli che coinvolgono incontri e match con atleti di fuori provincia.

 

Sono da ritenersi sospese le gite scolastiche e la Provincia sta chiedendo di sospendere quelle che da fuori regione dovevano venire in Trentino. A livello sportivo vi abbiamo già raccontato della decisione del Coni di consigliare alle società sportive di bloccare le loro attività mentre la Figc al momento non ha previsto sospensioni e i match di calcio dovrebbero tenersi regolarmente. Discorso diverso per i cosiddetti sport indoor. La serie B2 femminile di pallavolo e la B maschile, per esempio, aveva già dato comunicazione di sospendere i match di questa giornata.

 

 

 

 

 

Come era già stato annullata la 7^ edizione del Meeting Nazionale BCN-AQUARAPID organizzato per sabato 22 e domenica 23 febbraio 2020 dalla Buonconsiglio Nuoto nella piscina del Centro Sportivo Trento Nord a Gardolo.

 

La decisione della Provincia è quella di affrontare qualsiasi caso sospetto di coronavirus all'interno delle caserme delle Viote dove, ha spiegato Ruscitti dirigente provinciale, ci sono 40 persone asintomatiche che sono seguite per la quarantena. Questa la procedura seguita in Provincia per spiegazione del direttore dell'Apss Bordon

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 ottobre - 20:30

Se le incertezze sono tante, tantissime, e il momento è delicato per l'emergenza Covid-19, le parole del presidente Maurizio Fugatti non aiutano a chiarire nulla o quasi. Non si capisce il senso di una conferenza stampa convocata in questo modo e di questo tenore per spiegare quanto succede in Trentino alla luce dell'ultimo Dpcm del premier Giuseppe Conte

25 ottobre - 20:07

Sono state poi registrate 12 positività tra bambini e ragazzi in età scolare e sono in corso le verifiche per procedere alla quarantena di altre classi, che attualmente riguarda 122 unità

25 ottobre - 19:16

La Provincia di Bolzano ha emesso una nuova ordinanza con valenza da lunedì 26 ottobre a martedì 24 novembre: bar e ristoranti potranno continuare a lavorare con gli orari attuali ma nuove restrizioni, mentre nelle scuole la didattica a distanza sarà portata solo nelle superiori al 50%. La misura più dura riguarda però il coprifuoco dalle 23 alle 5. In questo arco di tempo non ci si potrà muovere dal proprio domicilio se non muniti di autocertificazione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato