Contenuto sponsorizzato

Il coronavirus fa paura: da a Arco a Storo, passando per Trento, annullate decine di manifestazioni. Ecco l’elenco completo (in aggiornamento)

Eventi sportivi indoor ma anche alcune partite di calcio e soprattutto le tante manifestazioni legate al Carnevale. In tutta la provincia autorità e comitati hanno scelto in via precauzionale di fare un passo indietro. Il  Dipartimento di Prevenzione: “Quando si svolge attività fisica aumentano le possibilità di trasmettere il virus emettendo più carica virale”

Di Tiziano Grottolo - 23 febbraio 2020 - 13:30

TRENTO. “Si ordina l’annullamento delle manifestazioni ludico sportive a carattere straordinario che si svolgono in luoghi chiusi e per le quali si prevede l’aggregazione di un elevato numero di persone”, questo quanto prescrive categoricamente l’ordinanza firmata ieri dal presidente della Pat, Maurizio Fugatti, per abbassare al minimo le possibilità che il coronavirus possa diffondersi (QUI articolo).

 

Come spiegato da Antonio Ferro del Dipartimento di Prevenzione dell'Apss e membro della task force provinciale: “Non essendoci evidenze a proposito della circolazione virale in Trentino riteniamo che il provvedimento che riguarda gli eventi sportivi indoor sia già di per sé una posizione forte”. Infatti è stato calcolato che le probabilità di contagio aumentano di molto se il soggetto sano resta a contatto del malato per un tempo di circa 15 minuti. Anche per questo si è scelto di non chiudere gli impianti sciistici, dove il contatto fra più persone potrebbe avvenire sì in una cabina chiusa per la risalita, ma mai per un tempo superiore di 15 minuti. Discorso diverso per le manifestazioni sportive indoor: “Quando si svolge attività fisica – precisa ferro – aumentano battito cardiaco e respirazione, incrementando di conseguenza le possibilità di trasmettere il virus emettendo più carica virale”.

 

Facendo seguito all’ordinanza dunque sono stati molti gli eventi sportivi annullati, se per le big come Trentino Volley e Aquila Basket il problema non si pone, dal momento che i rispettivi impegni erano comunque previsti per la prossima domenica, 1 marzo, quindi si valuterà più avanti, discorso diverso per i campionati minori e le giovanili. In un comunicato firmato Trentino Volley si legge: “Il Comitato Regionale Fipav Trentino ha deciso rinviare a data da destinarsi le gare di tutti i campionati regionali, provinciali, di categoria e l'attività promozionale S3. Sospeso anche il 15° Memorial Brugnara Under 14, che si stava svolgendo durante il weekend in tutta la Città di Trento e che vedeva impegnata anche una formazione di Trentino Volley”.

 

Spostato a data da destinarsi anche il Meeting Nazionale BCN Aquarapid, con la Buonconsiglio Nuoto che comunica: “La settima edizione del Meeting Nazionale in programma presso la piscina del Centro Sportivo Trento Nord a Gardolo sabato 22 e domenica 23 febbraio è stato spostato a data da destinarsi vista l'evoluzione della situazione, in via cautelativa anche per solidarietà verso le società delle zone colpite”.

 

A Borgo Valsugana annullati “esclusivamente per motivi precauzionali” l'Interclub ed il corso cinture nere Trentino-Veneto previsti per oggi 22 febbraio 2020. “Non vogliamo creare allarmismi e ci scusiamo per il poco preavviso – fanno sapere dal Qwan ki do Levico-Club He Phai – ma la tutela della salute prevale su qualsiasi altra attività”. Per quanto riguarda invece tutti gli altri eventi a livello regionale (di questa disciplina e salvo nuove comunicazioni) si svolgeranno regolarmente, quindi via libera alla gara tecnica adulti di domani a Borgo e alle gare junior del 1 marzo a Caldonazzo.

 

Sempre in via cautelativa il sindaco di Levico Gianni Beretta, tramite un’ordinanza, ha annullato la partita di calcio che oggi avrebbe visto l’Us Levico Terme affrontare la Pro Sesto della città di Sesto San Giovanni nel milanese (QUI articolo). Anche il Tennis Levico, ottemperando all’ordinanza, ha scelto di rinviare la partite indoor dove era prevista la partecipazione di atleti provenienti da fuori regione.  

 

Non va meglio sul fronte delle manifestazioni di strada dove, in via cautelativa e un po’ in tutta la provincia, autorità locali e comitati hanno scelto di fare un passo indietro annullando molti eventi. Fra questi eventi c’è la seconda sfilata di carnevale che avrebbe dovuto tenersi quest’oggi nel centro storico di Arco. Stessa sorte per la tradizionale “sbrigolada” che sempre oggi era prevista a Torbole, annullata anche la manifestazione gemella del prossimo martedì a Nago. “No agli allarmismi ma la sicurezza prima di tutto” è stato il messaggio che i sindaci Alessandro Betta (Arco) e Gianni Moranti (Nago-Torbole) hanno voluto far passare. A Riva del Garda, precisamente a Varone è stata annullata la tradizionale sagra di Polenta e Mortadella prevista per il primo marzo, dal Comitato fanno sapere che forse la data sarà recuperata, al contrario la gara di corsa legata alla sagra è stata cancellata e non sarà recuperata (QUI articolo). 

 

Tornando a Levico Terme si sta svolgendo regolarmente l’evento carnevalesco nella frazione di Barco dove vengono cucinati soprattutto gnocchi. Annullato invece l’evento della scuola musicale che avrebbe dovuto tenersi alle 17 ma che per decisione della stessa scuola musicale non si farà.

 

A Tiarno di Sopra, in valle di Ledro, ieri è stata annullata la serata musicale al tendone, mentre si sta svolgendo regolarmente la sfilata di quest’oggi e gli eventi analoghi nel comune di Ledro. A Storo è saltata la grande serata per il concerto di Gabry Ponte, altrettanto è successo a Tione dove avrebbe dovuto esibirsi Ana Mena. Nei prossimi giorni potrebbero essere annunciate eventuali date di recupero per gli eventi. Sempre a Storo è saltato il Soberparty di questa sera, mentre la sfilata delle mascherine del pomeriggio si farà in piazza anziché in un locale chiuso. Per quanto riguarda la sfilata dei carri del prossimo martedì visto il grande afflusso di persone (anche dalla Lombardia) l’evento è stato cancellato. Stessa sorte per il carnevale di Tione, gli organizzatori hanno preferito annullare i festeggiamenti. 

 

Infine a Trento è stato rinviato a data da destinarsi l’incontro con presente la giornalista, scrittrice, nonché attivista in ambito umanitario, Susan Abulhawa che avrebbe dovuto tenersi martedì 25 febbraio alla Fondazione Franco Demarchi. Annullata anche la cena, organizzata dalla Lega, con Matteo Salvini che avrebbe dovuto banchettare assieme a sostenitori e militanti. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 ottobre - 19:49

Purtroppo si registra anche un nuovo positivo a Cembra Lisignago dove si era sviluppato il più grosso focolaio legato alla popolazione residente che ha un rapporto dell'0,85% di positivi per residenti. Dato più alto nel comune vicino, ad Altavalle (1% di popolazione positiva). Altri tre comuni sopra lo 0,75%

21 ottobre - 20:14

La notizia è stata battuta da Reuters e ripresa in tutto il mondo. Il fatto sarebbe avvenuto in Brasile e la conferma arriva dall'Università di San Paolo

21 ottobre - 17:39

Tra i nuovi positivi, 71 presentano sintomi, 13 casi riguardano minorenni, dei quali 2 contagiati sono nella fascia di età 0-5 anni e altri 11 ragazzi si collocano nella fascia 6-15 anni, mentre 13 infezioni riguardano over 70 anni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato