Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, è morta Lidia Menapace

E' stata la prima donna eletta in consiglio provinciale a Bolzano, staffetta partigiana col nome di “Bruna” e custode dolce e forte della lotta per un'Italia più equa e giusta

Pubblicato il - 07 dicembre 2020 - 08:33

TRENTO. E' morta all'età di 96 anni Lidia Menapace. Da alcuni giorni era ricoverata per Covid nel reparto di malattie infettive dell'ospedale di Bolzano. Le sue condizioni, purtroppo, negli ultimi giorni si sono aggravate e questa mattina è stato comunicato il decesso.

 

Menapace è stata nel 1964 la prima donna eletta in consiglio provinciale a Bolzano (assieme Waltraud Deeg) e la prima donna in giunta provinciale.

 

 Protagonista di svariate battaglie, è stata una pioniera in molti campi, una vera e propria anticipatrice.

 

Il suo impegno femminista, cominciato ancora da giovanissima, quando militava nella brigata della Val d'Ossola, ha attraversato tutto il secondo '900 arrivando fino a questo tragico 2020.

 

Staffetta partigiana col nome di “Bruna” e custode dolce e forte della lotta per un'Italia più equa e giusta, per un'umanità migliore.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 gennaio - 20:28

Sono 297 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 41 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 4 decessi, mentre sono 38 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

 
 
20 gennaio - 19:22

Il Trentino è il territorio più penalizzato dai tagli sulle forniture operati da Pfizer: calo del 60% sulle dosi. Segnana: Possiamo comunque garantire la continuità delle vaccinazioni a coloro che si erano prenotati, compresi i volontari delle Croci. Poi inizieremo a fare la seconda dose”

20 gennaio - 18:12

Sono state registrare 29 dimissioni e 278 guarigioni. Il numero dei pazienti ospedale scende sotto le 300 persone. Analizzati quasi 4 mila tamponi. Sono state confermate 80 positività riscontrate nei giorni scorsi tramite test antigenico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato