Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, è morto don Luigi Pezzi. Lutto nella Chiesa trentina, in un mese 9 sacerdoti deceduti

Il prezzo che la Chiesa trentina sta pagando a causa della pandemia è molto alto. Don Luigi Pezzi, infatti, è il nono sacerdote diocesano scomparso nel solo mese di novembre

Pubblicato il - 23 novembre 2020 - 09:12

TRENTO. Sarà celebrato domani, a Campodenno, alle 14.30, il funerale di don Luigi Pezzi.

 

Il sacerdote di 94 anni, dopo aver contratto il coronavirus, non è più riuscito a riprendersi e le sue condizioni sono peggiorate con il passare dei giorni fino al decesso.

 

Il prezzo che la Chiesa trentina sta pagando a causa della pandemia è molto alto. Don Luigi Pezzi, infatti, è il nono sacerdote diocesano scomparso nel solo mese di novembre.

 

Originario di Campodenno, è stato ordinato a Trento nel 1954. Fu inizialmente vicario parrocchiale a Strigno (1954-1957) e poi a Montagnaga di Piné (1957-1964). Quindi divenne parroco a Novaledo (1964-1974), Romeno (1974-1991), e a Marter (1991-2012), paese dove poi ha risieduto fino al 2016, anno in cui si è trasferito alla Casa del Clero, dove è spirato dopo aver contratto il Covid.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 gennaio - 19:52
Sono 317 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 46 pazienti sono in terapia intensiva e 45 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 5 decessi, mentre sono 22 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività
19 gennaio - 22:21

I senatori di Italia Viva, come annunciato nel corso del pomeriggio, si sono astenuti dal voto. Alla fine il Governo è riuscito ad incassare la fiducia anche al Senato ma non c'è la maggioranza assoluta

19 gennaio - 20:34

Il dialogo con Roma sulla classificazione dell'Alto Adige e la situazione epidemiologica sono stati temi della seduta odierna della Giunta provinciale. C'è un aumento dei pazienti in terapia intensiva. Il governatore altoatesino: "Dati stabili, ma ci sono alcuni incrementi: se questo trend dovesse essere confermato anche nei prossimi giorni dovremo adottare misure restrittive"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato