Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, ''E' successo, ho ricevuto una notifica da Immuni'', il racconto di Lorenzo Borga. Ecco cosa accade

Il giornalista trentino di SkyTg24 ha ricevuto la notifica di Immuni sabato sera. Quattro giorni prima era venuto a contatto con una persona risultata positiva al coronavirus

Di G.Fin - 06 October 2020 - 10:29

TRENTO. “Sabato sera alle 18.30 ho guardato il cellulare ed ho visto la notifica di esposizione a rischio da parte di Immuni”. Inizia così il racconto di Lorenzo Borga, il giornalista trentino di Sky Tg24 che proprio poco più di 48 ore fa ha ricevuto l'avviso di essere venuto a contatto con una persona positiva al coronavirus.

 

Una notifica rossa con la scritta bianca che non si deve ignorare. Viene riportata l'esposizione a rischio e la data nella quale sarebbe avvenuta. “Ho ricevuto questo messaggio – spiega in una sorta di diario online che Lorenzo sta tenendo sul sito di skytg24 - che indicava anche di chiamare il mio medico di base. E' una schermata che si può ignorare ma non bisogna farlo”.

E' di fondamentale importanza scaricare Immuni e, ovviamente, non ignorare le eventuali segnalazioni che vengono fatte per cercare di limitare il più possibile i contagi.

 

“Io ero completamente asintomatico e lo sono fortunatamente ancora – racconta il giornalista - ma ho ricevuto questo avviso per un contatto avuto martedì, quindi è arrivato 4 giorni dopo. Immediatamente ho chiamato il mio medico di base e fortunatamente l'ho trovato anche se era sabato sera”.

Lorenzo ha quindi seguito le indicazioni riportate dall'App Immuni. “Inizialmente il medico non sapeva esattamente cosa fare – continua - perché le notifiche immuni non sono moltissime ma dopo qualche minuto, dopo essersi confrontato con i suoi colleghi, mi ha intimato di rimanere a casa in isolamento volontario e di risentirci lunedì per organizzare il primo tampone”.

 

Lorenzo Borga, quindi, seguendo sempre tutte le indicazioni si è messo in isolamento in attesa del tampone per il quale ha poi ricontattato ieri, lunedì, il proprio medico. “Ho fatto diverse domande – ha continuato a raccontare il giornalista – da quando potrò avere il tampone e quali tempi servono per i risultati. Il medico mi ha anticipato che qui a Milano dove mi trovo i tempi sono lunghi tra i 7 e gli 8 giorni. Però mi ha dato possibilità di avere un permesso dal lavoro, cosa che io ho rifiutato potendo lavorare in smart-working”.  (QUI per conoscere gli aggiornamenti e seguire il diario di Lorenzo Borga

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 February - 19:39
Dopo 25 anni dal tragico accadimento l’amministrazione sceglie di interrompere gli eventi pubblici per ricondurre le celebrazioni alla sfera [...]
Montagna
05 February - 19:42
A causa del distacco di valanghe, si contano molte morti ma anche un numero elevato di persone travolte. Arianna Sittoni, 30enne di [...]
Cronaca
05 February - 19:22
La testimonianza di un residente del comune nella bassa Val di Non: "Era già successo due settimane prima che avessero provato a entrare in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato