Contenuto sponsorizzato

Coronavirus e West Nile, massima sicurezza nelle donazioni di sangue. L' appello di Avis Trentino ai cittadini: ''Donate, non ci sono rischi''

Sono oltre 20 mila i donatori trentini di Avis e in questi mesi l'intera struttura non si è mai fermata per garantire sangue e plasma non solo per il Trentino ma anche per le altre regioni italiane. La direttrice sanitaria Bassetti: ''Quello che è successo in questi mesi ha reso meno facile il reclutamento dei lavoratori ma non ci sono criticità nelle scorte''

Di G.Fin - 06 settembre 2020 - 14:49

TRENTO. Nessun calo nei donatori di sangue ma la sempre maggiore attenzione nel rispetto delle norme per la sicurezza a fronte dell'epidemia coronavirus e la diffusione anche quest'anno della febbre West Nile che tocca province confinanti con il Trentino come Verona e Brescia.

 

Il coronavirus non sembra aver intaccato l'ormai conosciuta solidarietà dei donatori trentini. A confermarlo è Daniela Bassetti, direttore sanitario Avis del Trentino equiparata regionale e responsabile della sezione comunale di Trento. “Al momento – ci spiega - da noi non si evidenziano particolari problemi e la situazione di plasma o sangue a disposizione non è allarmante. Questo però a fronte di un fortissimo impegno della segreteria e di tutta la strutta a reclutare i donatori.

Dottoressa Bassetti, la pandemia di coronavirus che ha colpito anche il nostro territorio non ha creato problemi nelle donazioni?

Per il momento siamo tranquilli. Il lockdown e l'infezione da Covid può aver generato delle perplessità, delle titubanze e dei timori nelle donazioni. Quello certamente ma sono infondati perché vi è la massima sicurezza.

 

Le paure non vengono però solamente dal coronavirus.

Ci sono delle situazioni contingenti e mi riferiamo alla West Nile. Al momento la provincia di Trento non è stata evidenziata tra i territori dove ci sono stati casi ma la situazione è diversa a Verona o Brescia che sono zone molto vicine a noi. Questo accanto a tutte quelle persone che arrivano da Paesi esteri e che si trovano poi al rientro e sottostare a delle verifiche, dei test. Ci sono insomma diversi fattori che rendono meno facile il reclutamento dei donatori sia per il sangue che per il plasma.

 

Il Trentino anche quest'anno riesce a garantire donazioni anche per altre regioni?

L'impegno che ci stiamo mettendo è massimo. E' un lavoro non semplice ma riusciamo a garantire il fabbisogno della nostra provincia e anche garantire la cooperazione con le altre regioni. Riusciamo ad assicurare 6 mila unità e quest'anno anche di più.

 

Quanti sono i donatori Avis in Trentino?

I donatori Avis a livello provinciale sono più di 20 mila. In questi ultimi mesi abbiamo riscontrato un fatto molto positivo: l'aumento notevolissimo di nuove iscrizioni soprattutto da parte di giovani. Ci sono arrivate ben 500 domande che ora dovranno essere valutate.

 

Vista la situazione che stiamo vivendo, chi oggi decide di donare non deve avere alcun timore.

Certamente, sono la direttrice sanitaria dell'Avis e mi occupo della sicurezza e salute dei donatori. Non c'è assolutamente nessun motivo di avere paura nella donazione o che possa ingenerare qualche rischio. A fine marzo, quando il momento di difficoltà era maggiore, come Avis abbiamo acquistato 6 mila mascherine e messe a disposizione dei donatori nei punti di raccolta. La donazione deve essere un atto di responsabilità e tutto viene fatto in sicurezza sia per il donatore ma anche per chi lo riceve. Vorrei però fare anche un appello a tutti i cittadini di donare. E' importantissimo ed è anche un modo per tenersi controllati. Si può iniziare a 18 anni fino a 70 anni basta non avere un peso inferiore a 50 chili. Tutte le volte viene data una valutazione di idoneità del donatore, quindi la sicurezza non manca. 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 13 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
14 aprile - 15:25
In Trentino sarebbe tutto pronto per il via libera alla ristorazione. Salvini: "Ho sentito l'assessore al turismo della Provincia di Trento, mi ha [...]
Politica
14 aprile - 16:13
Al Governo si chiede anche di fare pressione sulle autorità egiziane per la liberazione dello studente. Maestri: “C’è anche il sì di [...]
Cronaca
14 aprile - 15:23
All'interno delle 21 capanne allestite in un villaggio alla periferia di Niamey, è bastato poco affinché il rogo si propagasse velocemente. I [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato