Contenuto sponsorizzato

Coronavirus in Trentino, 2 pazienti in più in terapia intensiva. Registrati 15 nuovi casi a Rovereto e 8 a Riva. Ecco i 57 Comuni del contagio e dove è avvenuto il decesso

Sono 275 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 20 pazienti sono in terapia intensiva e 29 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 182 positivi a fronte dell'analisi di 1.888 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 9,64%

Di Luca Andreazza - 08 novembre 2020 - 19:54

TRENTO. Ci sono 11.508 casi e 530 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus, sono 8.132 i guariti da inizio emergenza e 2.846 gli attuali positivi. E' stato, purtroppo, comunicato un morto a Telve. Il bilancio è di 60 decessi in questa seconda ondata di Covid-19 (Qui articolo).

 

Sono 275 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 20 pazienti sono in terapia intensiva 29 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 182 positivi a fronte dell'analisi di 1.888 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 9,64%. Sono state testate 335 persone e il tasso di infezione è del 54,3% (sotto tabella Gedi visual con dati del Ministero della salute).

Tra i nuovi contagiati odierni, 69 persone presentano sintomi. Le autorità sanitarie rinnovano l’appello a osservare le misure del distanziamento e dell’uso delle mascherina, oltre al lavaggio frequente delle mani. Nelle Rsa l’attenzione resta sempre alta: il rapporto oggi indica 26 nuovi casi tra ospiti e operatori, di cui 15 asintomatici.

 

Nelle ultime 24 ore sono state riscontrate 7 nuove positività di bambini e ragazzi in età scolare, le autorità sanitarie sono in fase di ricostruzione per comprendere eventuali misure di quarantene. Ci sono attualmente 294 classi in isolamento.

 

Sono 37 i nuovi positivi a Trento che si porta a quota 2.273 casi da inizio epidemia. A questi si aggiungono 17 contagi a Arco (481 casi). Sono 15 i contagi a Rovereto (620 casi), 13 a Predaia (95 casi) e 8 a Riva del Garda (277 casi).

 

Ci sono 5 infetti a Mori (108 casi), 4 a Lavis (261 casi), Cles (184 casi), Castel Ivano (184 casi), Mezzana (19 casi). Sono 3 i positivi a Ville d'Anaunia (109 casi), Terre d'Adige (40 casi) e Telve di Sopra (10 casi). 

 

Poi 2 contagi a Telve (19 casi), Baselga di Pinè (197 casi), Mezzolombardo (162 casi), San Giovanni di Fassa (107 casi), Borgo Valsugana (101 casi), Brentonico (83 casi), Castello Tesino (45 casi), Porte di Rendena (37 casi), Tenno (30 casi) e Fornace (29 casi).

 

E ancora 1 positivo a Pergine (709 casi), Levico (223 casi), Predazzo (153 casi), Dro (124 casi), Tione (101 casi), Malè (96 casi), San Michele all'Adige (70 casi), Comano (63 casi), Giovo (59 casi), Novella (52 casi), Bedollo (51 casi), Madruzzo (49 casi), Calliano (38 casi), Campodenno (38 casi), Altavalle (36 casi), Roncegno (36 casi), Nago-Torbole (33 casi), Villa Lagarina (32 casi), Dimaro Folgarida (24 casi), Primiero San Martino di Castrozza (23 casi), Commezzadura (22 casi), Grigno (20 casi), Capriana (18 casi), Livo (15 casi), Borgo Lares (14 casi), Ossana (13 casi), Valfloriana (12 casi), Sanzeno (11 casi), Vallarsa (11 casi), Cimone (10 casi), Fai della Paganella (10 casi), Lona-Lases (7 casi), Ospedaletto (6 casi) e Ronzo-Chienis (5 casi).

 

A Trento la percentuale degli attualmente positivi si attesta a 0,62%, mentre Castello Tesino si porta al 3,3%. In Valfloriana si registra l'1,1%, mentre Baselga di Pinè e Bedollo riportano rispettivamente 1,5% e 1,6%. A Cimone si arriva all'1,3%, mentre a Bresimo si va al 2,4%. 

 

L'1% della popolazione è attualmente contagiata a Pergine, più contenuti i dati a Riva del Garda (0,35%), Arco (0,40%) e Rovereto (0,43%). 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 gennaio - 10:39

Dopo ore di attesa, con trattative serrate tra le autorità sanitarie di Roma e di Milano sulla colorazione della Lombardia, sono state grosso modo confermate le classificazioni della scorsa settimana. Trentino ancora giallo, Alto Adige rosso. A cambiare sono solo 2 regioni

23 gennaio - 05:01

Ispra suggerisce un deciso cambio di rotta nella gestione dei plantigradi fin qui messa in campo dal Trentino: “Essenziale e necessaria una migliore e più trasparente rendicontazione da parte della Pat di tutti gli episodi potenzialmente critici”. Per gli esperti la prevenzione è più efficace di dissuasioni e abbattimenti: “Spesso comportamenti potenzialmente pericolosi possono emergere negli orsi come conseguenza di comportamenti umani non adeguati”

23 gennaio - 09:27

Si attendono i rilievi scientifici dei Ris. Oggi diverse squadre dei vigili del fuoco, assieme alle forze dell'ordine, con la strumentazione di ecoscandaglio verificheranno in profondità la presenza di eventuali cadaveri

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato