Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, Kompatscher "Stop ai cantieri non urgenti, serve buon senso'' e ai cittadini: ''Chi non risiede in Alto Adige torni alla propria residenza''

L'appello del governatore altoatesino per limitare i contagi da coronavirus. Dopo l'invito alle persone di tornare ai luoghi di residenza spiega: "Tutte queste persone non hanno qui il loro medico, e in questo momento i medici di base svolgono un ruolo importante nel sistema sanitario"

Pubblicato il - 14 marzo 2020 - 07:57

BOLZANO. Stop ai lavori non urgenti nei cantieri. A deciderlo è stato il presidente della provincia di Bolzano Arno Kompatscher per stoppare i lavori non urgenti che in questi giorno stanno proseguendo in alcuni cantieri: "Bisogna usare il buonsenso" ha spiegato il presidente altoatesino. “Non si può accettare che noi come società cerchiamo di ridurre la vita pubblica ed economica al minimo assoluto per contrastare la diffusione del Coronavirus, mentre le aziende e i privati possono vanificare gli sforzi e gli obiettivi prefissati”.

 

L’obiettivo attuale è rinviare tutto il rinviabile. “Dobbiamo ridurre al minimo – afferma – le attività economiche e i contatti sociali per fermare il contagio. Se si usa il buon senso tutto questo è possibile”. I cantieri necessari per garantire la fornitura di servizi di base alla popolazione o i lavori per mettere in sicurezza i cantieri stessi sono esclusi dall’ordinanza. In ogni caso devono essere osservate le norme per evitare la trasmissione del Coronavirus e garantita la presenza al massimo di cinque dipendenti.

 

Infine un appello ai cittadini: “Le persone non residenti in provincia che sono al momento in Alto Adige per ragioni di lavoro sono pregate di tornare nei rispettivi luoghi di residenza”. Il motivo della richiesta è legato a questioni sanitarie. “Tutte queste persone non hanno qui il loro medico, e in questo momento i medici di base svolgono un ruolo importante nel sistema sanitario”, ha spiegato il presidente.

 

L'invito di rimanere a casa nel fine settimana. Kompatscher spiega: "Possiamo fare una passeggiata da soli all’interno del nostro Comune di residenza, oppure fare dei lavori di giardinaggio. Ma non dobbiamo incontrare altre persone al di fuori di quelle con cui conviviamo. Teniamoci distanti l’uno dall’altro e seguiamo le norme d’igiene e di comportamento. Utilizziamo questo tempo per prepararci a quello che sarà il momento della ripartenza, che sicuramente arriverà. Guardiamo a questa inusuale situazione – conclude Arno Kompatscher – come ad un’opportunità”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 ottobre - 09:25

Andrea Villotti oltre ad essere il numero uno della società che si occupa di gestire il patrimonio immobiliare degli enti pubblici del Trentino (che, però, non pubblica il suo curriculum vitae nonostante i termini siano scaduti per l'Anticorruzione) è direttore emerito del Milton Friedman Institute e all'indomani del dpcm di Conte il suo direttore esecutivo ha comunicato che: ''Il nostro Istituto inizierà una incessante campagna per la disobbedienza fiscale al fianco di tutti quegli imprenditori colpiti da queste assurde misure che minano la convivenza civile''

26 ottobre - 18:38

L'Azienda provinciale per i servizi sanitari in accordo con la Provincia ha disposto la rimodulazione dei servizi per fronteggiare la seconda ondata dell'epidemia coronavirus. Giuseppe Pallanch: "La sensazione è che ci si sia fermati a febbraio e purtroppo siamo preoccupati della capacità di pianificazione e gestione di questa fase dell'emergenza"

27 ottobre - 04:01

È stato lo stesso Fugatti ad ammettere “che non è esclusa l’impugnazione del Governo” e ancora una volta il Trentino ha scelto la via più facile, ma meno sicura, per arrivare allo scontro con il Governo. Se per impugnare l’ordinanza dell’Alto Adige (appoggiata da una legge) servirebbe un lungo e complicato ricorso, per disinnescare quella trentina basta una pronuncia del Tar

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato