Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, l'Austria si ferma con un nuovo lockdown. Il cancelliere Kurz: ''I letti in ospedale stanno finendo''

Il provvedimento è stato annunciato ieri sera dal cancelliere Kurz e prevede il coprifuoco dalle 20 alle 6 ma anche la chiusura di moltissime attività, musei, cinema e stop a celebrazioni, feste e mercatini di Natale 

Di G.Fin - 01 novembre 2020 - 08:07

TRENTO. "Se non agiamo ora, ci sarà un sovraccarico degli ospedali e i medici potrebbero trovarsi nella condizione di dover decidere chi aiutare e chi no e questo non lo possiamo consentire”. Sono queste alcune del parole del discorso che ieri il cancelliere Sebastian Kurz in conferenza stampa ha fatto all'Austria per annunciare un nuovo lockdown necessario per contenere la pandemia.

 

Sarà un blocco in vigore fino al 30 novembre nel tentativo di arginare una seconda ondata che ha investito il territorio austriaco con contagi da record. Secondo gli ultimi numeri sono state quasi 105 mila le persone contagiate dall'inizio della pandemia e ci sono oltre 1100 morti. Le attualmente ricoverate si avvicinano alle 2 mila e oltre 260 pazienti sono in terapia intensiva.

 

Una situazione, insomma, che negli ultimi giorni è peggiorata in maniera veloce mettendo gli ospedali sotto una pressione incredibile portando il governo a prendere decisioni forti.

“Il sistema sanitario austriaco – ha spiegato Kurz - è uno dei più forti al mondo, ma anche le nostre capacità sono limitate. E una cosa è chiara: se questa crescita esponenziale continua, saranno presto esaurite”.

 

Per quanto riguarda la stretta ci sarà il coprifuoco dalle 20 alle 6 e si potrà uscire solamente con permesso solo per motivi si lavoro, scuola e salute. E' prevista la chiusura di ristoranti, istituzioni culturali, musei, cinema e strutture sportive. Gli hotel, ha spiegato il cancelliere, non saranno più autorizzati ad accettare turisti" e potranno ospitare solo viaggiatori d'affari. Vietato, inoltre, organizzare feste di compleanno, celebrazioni di anniversari, feste private eventi culturali e, ovviamente, i Mercatini di Natale.

 

“La vera svolta o la fine di questa pandemia – ha concluso Kurz - non avrà luogo fino a quando non sarà pronto un vaccino. Rimango ottimista e credo che potremo tornare alla normalità al più tardi la prossima estate”.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 2 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
06 dicembre - 11:37
Rimane difficile anche la situazione negli ospedali del territorio con 98 i ricoveri in area medica, [...]
Cronaca
06 dicembre - 09:33
Nel mese di novembre sono stati 24 in tutto i contagi rilevati nelle strutture che fanno riferimento alla Federazione delle Scuole Materne. [...]
Cronaca
06 dicembre - 11:26
L'incidente è avvenuto poco prima delle 10. Sul posto la polizia locale per i rilievi
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato