Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, nel Bellunese ci sono tre decessi e oltre 120 contagi in 48 ore

L'età delle persone contagiate nelle ultime settimane è tornata ad alzarsi e il virus è rientrato nelle Rsa. Oggi trovati 4 positivi in case di riposo. Sei casi riscontrati in pronto soccorso

Pubblicato il - 09 October 2020 - 19:58

BELLUNO. Sono tre i decessi registrati nel Bellunese tra ieri e oggi per il Covid. La curva del contagio rispetto all'età media, infatti, come si sta registrando sempre di più negli ultimi giorni sta tornando ad alzarsi. Sono state coinvolte, di nuovo, come in primavera, delle Rsa e tra i tanti positivi (anche oggi sono 61 i contagiati segnalati nel solo Bellunese mentre ieri erano 69) tornano a contarsi molte persone anziane. Tra i decessi segnalati ieri sera ci sono, così, una 94enne e un 93enne entrambi ricoverati al San Martino di Belluno e questa mattina è morta una signora di 100 anni, anch'essa ricoverata al San Martino. 

 

''Nelle ultime 24 ore sono emerse 61 nuove positività - spiega il direttore generale dell'Ulss 1 Dolomiti Adriano Rasi Caldogno20 nei Comuni del Cadore e dell’Ampezzano, 8 riferite ai primi tre Comuni coinvolti dal focolaio del Comelico, 6 sono state riscontrate in Pronto Soccorso e 4 riferite a case di riposo. Per le nuove positività saranno come di regola prese in carico con isolamento dei soggetti coinvolti e conseguente contact tracing''. Per quanto riguarda i ricoveri ci sono 21 persone in area di degenza non critica (sub intensiva) e 5 persone degenti nell’area per pazienti covid dell’Ospedale di Comunità.

 

Ieri i positivi rilevati erano stati 69, di cui 44 riferiti a un centro di servizio di area dolomitica, 10 a Comuni del Cadore e 5 al focolaio dei tre comuni per primi coinvolti dal focolaio del Comelico. ''La nuova casistica è prevalentemente costituita da soggetti asintomatici - spiegava sempre il dg dell'azienda sanitaria -. L’Ulss Dolomiti sta seguendo con attenzione l’evoluzione del focolaio che, come indicato, sta interessando un Centro di servizi di area Dolomitca, collaborando con un supporto organizzativo ai percorsi assistenziali. E’ stato potenziato il drive-in tamponi di Tai di Cadore, assicurando una presenza degli operatori per tamponi di controllo su indicazione e appuntamento gestiti dalla sorveglianza attiva tutti i pomeriggi dal martedì al sabato. Questa attività aggiuntiva affianca l’attività ad accesso libero''.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
26 novembre - 18:52
La lettera-denuncia degli attivisti dell’Assemblea Antirazzista: “I migranti che vivono a Trento sono stati messi di fronte alla scelta fra [...]
Cronaca
26 novembre - 19:07
Si è verificata una tragedia nella tragedia giovedì all'incrocio tra Corso Libertà e Corso Italia a Bolzano. L'uomo era stato chiamato in piazza [...]
Società
26 novembre - 20:38
La Fiorentina ha deciso di puntare sul Viola Park e non tornerà in val di Fassa per il ritiro estivo. Il sindaco di Moena, Alberto Kostner: "Siamo [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato