Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, nuove restrizioni all'Università di Trento. Il rettore: ''Da lunedì in presenza solo le lezioni del primo anno''.

A partire da lunedì prossimo, 9 novembre, si svolgeranno in presenza solo le lezioni del primo anno di ogni corso di studio e i laboratori, tanto nelle lauree triennali quanto nelle lauree magistrali. La decisione inviata dal rettore agli studenti: "L'università si trasferisce per gran parte ‘in remoto’, ma resta aperta e funzionante, e più che mai fedele alla sua missione".

Pubblicato il - 05 novembre 2020 - 10:23

TRENTO. Il nuovo Dpcm firmato nelle scorse ore dal premier Conte e che contiene nuove misure per il contenimento del coronavirus ha inevitabilmente degli effetti anche per l'Università di Trento.

 

Nella serata di ieri, infatti, il rettore Paolo Collini ha scritto a tutti gli studenti e le studentesse per spiegare che l'entrata in vigore nelle nuove misure “costringe anche noi a qualche ulteriore restrizione”.

 

Ecco allora che da lunedì 9 novembre si terranno in presenza soltanto le lezioni del primo anno di ogni corso di studio e i laboratori, tanto nelle lauree triennali quanto nelle lauree magistrali. In questo modo, è stato spiegato, l'obiettivo dell'Ateneo è quello di contribuire a contenere il contagio e ad alleggerire il carico del trasporto pubblico.

 

“Non è una buona notizia – spiega il rettore - perché pensavamo che le già stringenti misure di sicurezza adottate fossero sufficienti. Ma siamo parte di una comunità, e il sacrificio è necessario. Si tratta di un sacrificio per tutti, ma il mio pensiero ora va soprattutto alle studentesse e agli studenti, costretti nuovamente – dopo quanto abbiamo passato in primavera – a quello che è dopo tutto un surrogato di università. Sono certo che i docenti e il personale tecnico-amministrativo raddoppieranno gli sforzi per limitare i danni e per assicurare a tutti le possibilità di crescita e di apprendimento che meritano”. L'università, ha spiegato ancora il rettore, si trasferisce per gran parte ‘in remoto’, ma resta aperta e funzionante.

 

A riprendere la notizia sono state anche le principali associazioni Udu e UNiTIN impegnate in questi giorni in vista delle prossime elezioni studentesche (con votazione online) che si terranno verso la fine del mese e che porteranno al rinnovo di 144 cariche.

 

“Da lunedì – è stato spiegato da UNiTIN in Instagram – anche tutte le biblioteche e le aule studio saranno chiuse. Anche questa conseguenza del decreto il quale prevede che tutti i luoghi della cultura tra cui rientrano le biblioteca, vengano chiusi al pubblico”.

A chiedere a tutti gli studenti massima attenzione e di “indossare la mascherina, di stare a casa il più possibile” e di mantenere il contatto con le rappresentanze studentesche e l'Università tramite i canali social e la mail istituzionale è l'Unione degli Universitari.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 1 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
01 dicembre - 20:22
A seguito delle dimissioni del comandante dei vigili del fuoco di Imer nelle scorse ore a rimettere il proprio incarico sono stati anche il [...]
Cronaca
01 dicembre - 19:55
Trovati 188 positivi, 3 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 138 guarigioni. Sono 52 i pazienti in ospedale. Sono 843.595 le dosi [...]
Cronaca
01 dicembre - 19:26
Oggi all'Adige il numero uno di Patrimonio del Trentino ha spiegato che ''l'abbiamo provata per un mese (..) ma abbiamo chiesto di cambiarla'' [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato