Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, ''Restate a casa''. Il messaggio viene diffuso dai vigili del fuoco due volte al giorno. La circolare: ''Ripetute segnalazioni di mancato rispetto delle regole''

Le modalità di intervento cambiano sul territorio provinciale per cercare di garantire la massima sicurezza e evitare il diffondersi del contagio e il sistema di Protezione civile, guidato da Raffaele De Col, ha diramato le linee degli annunci vocali di sensibilizzazione sanitaria. Un servizio da svolgere, naturalmente, se compatibile con l'attività operativa del singolo corpo comunale in quel momento

In foto i vigili del fuoco Bondone-Baitoni
Di Luca Andreazza - 18 marzo 2020 - 13:11

TRENTO. "Abbiamo richiesto ai corpi dei vigili del fuoco di uscire nei territori con un messaggio di sicurezza e allerta molto forte. Ci arrivano segnali quotidiani di persone che non rispettano le regole", queste le parole del presidente Maurizio Fugatti nell'aggiornamento quotidiano sull'emergenza coronavirus in Trentino e così i pompieri sono chiamati a scendere in strada con gli altoparlanti per invitare la cittadinanza a restare a casa e rispettare le disposizioni del decreto del presidente del Consiglio dei ministri.

 

Le modalità di intervento cambiano sul territorio provinciale per cercare di garantire la massima sicurezza e evitare il diffondersi del contagio (Qui articolo) e il sistema di Protezione civile, guidato da Raffaele De Col, ha diramato le linee degli annunci vocali di sensibilizzazione sanitaria. Un servizio da svolgere, naturalmente, se compatibile con l'attività operativa del singolo corpo comunale in quel momento. 

Se non ci sono interventi più urgenti da svolgere, la richiesta è quella di procedere alla sensibilizzazione della popolazione tramite annuncio vocale lungo le strade dei territori, a bordo di un mezzo chiuso, due volte al giorno: il primo passaggio intorno alle 10 di ogni mattina e quindi tra le 15 e le 18 del pomeriggio

E' stato standardizzato anche il messaggio da diffondere: "Attenzione, per motivi di salute e sicurezza, si ricorda l'obbligo di restare in casa nel rispetto delle istruzioni impartite per l'emergenza coronavirus. Uscire esclusivamente nei casi previsti". Se la maggior parte della popolazione è, infatti, aderente alle disposizioni emanate dalle autorità, c'è ancora molta gente che, purtroppo, non rispetta le indicazioni in questo momento difficile tanto a livello locale quanto a quello nazionale.

Tante le segnalazioni di persone che violano la quarantena, molte anche le sanzioni già staccate dalle forze dell'ordine e così Provincia e Protezione civile si sono attivate per coinvolgere i vigili del fuoco in questa opera di informazione e sensibilizzazione: "Ripetute segnalazioni di mancato rispetto della domiciliazione".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 25 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
27 gennaio - 05:01
Una circolare della Federazione nazionale degli Ordini dei medici spiega che un operatorio sospeso perché non vaccinato non può essere [...]
Cronaca
26 gennaio - 19:21
I dati delle ultime 24 ore dicono che anche oggi ci sono stati più guariti dei nuovi positivi e che tra i contagi la fascia d'età più colpita è [...]
Cronaca
26 gennaio - 20:13
Fra regole in contrasto tra loro e le classi in quarantena che aumentano, i presidi denunciano le difficoltà del mondo della scuola: [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato