Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, tre morti in Alto Adige nelle ultime 24 ore e 555 positivi. Salgono a 31 i decessi in regione per il contagio

In Alto Adige ci sono 30 pazienti in terapia intensiva, 1.855 persone in quarantena domiciliare. Altre 60 unità sospettate di essere positive. I dati nel bollettino della Provincia di Bolzano e Azienda sanitaria altoatesina

Di L.A. - 20 marzo 2020 - 11:50

BOLZANO.  Sono 114 i nuovi positivi al coronavirus in Alto Adige, attualmente sono 555 i contagiati nel bollettino di questa mattina, venerdì 20 marzo.

 

Sono tre, purtroppo, i decessi nelle ultime 24 ore sul territorio altoatesino per la diffusione della pandemia. Si è spento anche don Salvatore Tonini (Qui articolo). Si tratta di persone anziane con una o più malattie pregresse.

 

In Alto Adige i morti salgono a 19, mentre sono in totale 12 le vittime per il coronavirus in Trentino (Qui articolo). Complessivamente in regione si registrano 31 morti.

 

Il numero complessivo dei test effettuati in Alto Adige sale quindi a 4.433 rilevati su 3.094 persone. Sono 30 i pazienti in terapia intensiva

 

Ci sono poi 172 le persone positive al Sars-CoV-2 assistite nei normali reparti dell’Azienda sanitaria provinciale. A questi si aggiungono ulteriori 60 casi sospetti.

 

Ad oggi il numero delle persone poste in quarantena domiciliare in Alto Adige è di 1.855 unità.

 

La conferma arriva nell'aggiornamento della Provincia di Bolzano e dell'Azienda sanitaria altoatesina, dopo che ieri (giovedì 19 marzo) si era saliti a 441 positivi al Covid-19 e si erano verificati 4 decessi (Qui articolo). 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 23 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 ottobre - 05:01

Sono arrivati nel bel mezzo della pandemia, quando gli ospedali cercavano disperatamente personale, ma i loro contratti durano solo pochi mesi: “Crediamo di aver dato tanto e ci aspettavamo un trattamento diverso, ora ho deciso di guardare altrove”. Così Apss perde i professionisti della prima linea contro il Covid

24 ottobre - 11:01

I contagi continuano ad aumentare e l'allarme è stato lanciato anche dall'Istituto superiore di sanita che spiega come sono: "necessarie misure, con precedenza per le aree maggiormente colpite, che favoriscano una drastica riduzione delle interazioni fisiche tra le persone e che possano alleggerire la pressione sui servizi sanitari"

23 ottobre - 19:28

Al question time di Filippo Degasperi l'assessore ha risposto in maniera piuttosto fumosa. Lettera da Folgaria per chiedere maggiore trasparenza e spiegazioni: ''Penso che Failoni sia stato male informato dai suoi collaboratori o che forse si sia incautamente fidato dei propri interlocutori a Trento e a Folgaria. Altrimenti non avrebbe detto, leggendo la sua risposta, che “risulta in stato di avanzata attuazione” la raccolta di 2 milioni di euro avviata nella primavera scorsa''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato