Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, troppi assembramenti e il Governo studia una nuova stretta per tutta Italia

Davanti alla folla nelle strade, ai molti in fila per fare shopping e alla mancanza del rispetto delle misure per il contenimento dei contagi, il premier Giuseppe Conte starebbe pensando a nuove limitazioni che potrebbero già essere decise nelle prossime 24 ore. Per capire quello che accadrà occorre attendere la riunione con il Cts

Di gf - 14 December 2020 - 09:13

TRENTO. Qualcuno lo chiama già effetto Germania che proprio ieri ha deciso la linea dura con un lockdown a partire da mercoledì. Le foto scattate un po' in tutta Italia di strade affollate, di assembramenti con persone che se ne vanno in giro senza mascherina o calata sul mento, hanno portato il Governo ad una nuova presa di posizione.

 

L'esecutivo, infatti, proprio in queste ore starebbe pensando ad una nuova stretta con ulteriori restrizioni. I fan del “via i limiti di spostamento” nei giorni di Natale e Capodanno dovranno mettersi il cuore in pace. Si parla già, infatti, di tutta Italia in zona rossa, o comunque arancione. Di coprifuoco alle 20 e tanto altro.

 

Gli scenari messi in campo potrebbero essere diversi. Il Governo dovrà decidere se adottare ulteriori misure dal 24 dicembre al primo gennaio, oppure solo nelle giornate di festa o dal 24 dicembre all'Epifania. Potrebbe arrivare l'indicazione dell'intero Paese zona arancione e questo potrebbe portare la chiusura completa di ristoranti o bar e le limitazioni negli spostamenti ben più rigidi di quelli stabiliti nel Dpcm di inizio dicembre.

 

Un altro scenario è quello della zona rosa, in questo caso la chiusura sarebbe completa, ovviamente ad esclusione dei servizi essenziali come farmacie e supermercati. In questo caso sarebbero vietati gli spostamenti non essenziali al di fuori della propria abitazione. La terza opzione è quella meno impattante con la chiusura di alcune attività e un rafforzamento del coprifuoco.

 

Le misure da adottare saranno decise nelle prossime ore. La parola definitiva potrebbe arrivare già oggi nel corso di un vertice con il Comitato tecnico scientifico del Ministero della Salute.

 

L'obiettivo è quello di evitare che proprio all'inizio della fase delle vaccinazioni vi sia anche una risalita dei contagi. La cosiddetta terza fase avrebbe un impatto devastate sul sistema sanitario.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 settembre - 23:11
L'uomo è stato trovato ormai senza vita dai soccorritori dopo l'allarme lanciato dai familiari per un mancato rientro a casa. L'incidente è [...]
Cronaca
23 settembre - 19:36
Trovati 36 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 18 guarigioni. Sono 21 i pazienti in ospedale, di cui [...]
Cronaca
23 settembre - 19:02
Un minuto dopo il decollo da Folgaria si è verificato un guasto meccanico che ha determinato il distacco del portellone laterale destro. Il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato