Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, trovati fuori dall'area rossa del proprio comune. Multa da oltre 500 euro per 4 persone

Si tratta di due coppie che, prive di valida motivazione, sono state trovate al di fuori del proprio comune di residenza

Pubblicato il - 17 novembre 2020 - 09:01

BOLZANO. L'Alto Adige è in zona rossa e questo comporta numerose limitazioni negli spostamenti e rigidi controlli. Nell’attuale clima di emergenza Covid-19, prosegue senza sosta il controllo da parte delle forze dell'ordine sia per contrastare l'inosservanza delle regole contenute nel codice della strada che per far rispettare le misure anti-contagio.

 

A proposito di quest’ultimo aspetto, nell’ambito dei controlli fatti sul territorio dopo la recente ordinanza di Bolzano che ha istituito la “zona rossa”, una pattuglia della Sottosezione polizia stradale di Vipiteno nello scorso fine settimana ha sanzionato due coppie di persone, fermate prive di valida motivazione, al di fuori del proprio comune di residenza. Ciascuna delle 4 persone è identificata e ha ricevuto una sanzione amministrativa pecuniaria pari a euro 533,33.

 

Tra i servizi di controllo da segnalare anche il ritrovamento fatto nella notte tra sabato e domenica attorno alle 4 e mezza circa, nell’area di servizio Isarco sull’autostrada A22, di un ragazzo all'interno dei servizi igienici. Il giovane è stato trovato sdraiato per terra intento a dormire. Svegliato dagli operatori, risultava privo di documento di identificazione. E' pertanto accompagnato agli Uffici della Questura di Bolzano. I rilievi fotodattiloscopici hanno consentito di risalire all’identità del giovane un cittadino afgano di anni 21.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 gennaio - 20:28

Sono 297 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 41 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 4 decessi, mentre sono 38 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

 
 
20 gennaio - 19:22

Il Trentino è il territorio più penalizzato dai tagli sulle forniture operati da Pfizer: calo del 60% sulle dosi. Segnana: Possiamo comunque garantire la continuità delle vaccinazioni a coloro che si erano prenotati, compresi i volontari delle Croci. Poi inizieremo a fare la seconda dose”

20 gennaio - 18:12

Sono state registrare 29 dimissioni e 278 guarigioni. Il numero dei pazienti ospedale scende sotto le 300 persone. Analizzati quasi 4 mila tamponi. Sono state confermate 80 positività riscontrate nei giorni scorsi tramite test antigenico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato