Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, un positivo in Trentino: è un lavoratore dell'Est che (correttamente) si è messo in quarantena e poi ha manifestato i sintomi

Rientrato in provincia di Trento ha rispettato le prescrizioni e si è messo in auto-quarantena. Dopo qualche giorno ha sviluppato i sintomi e gli è stato fatto il tampone. Non c'entra, quindi, con il nuovo focolaio di Rovereto. Da domani tamponi per i dipendenti del polo di logistica

Pubblicato il - 19 luglio 2020 - 18:47

TRENTO. Dopo la scoperta di un nuovo focolaio in quel di Rovereto con tre persone positive al coronavirus alla Bartolini, i dati di oggi dicono che si registra un nuovo caso in Trentino. Non si tratta però di un caso collegato al focolaio su cui si stanno concentrando da alcuni giorni le indagini epidemiologiche degli esperti dell’Apss. L’episodio odierno infatti riguarda un lavoratore che, tornando dai paesi dell’Est, ha correttamente osservato il periodo di isolamento prescritto dalle norme.

 

Durante la quarantena ha manifestato sintomi ed il tampone ha confermato il contagio. Essendo in isolamento, i sanitari escludono possibilità di ulteriore trasmissione del virus da parte di questo soggetto. Per quanto riguarda il tamponi, ieri ne sono stati analizzati 683 di cui 343 in APSS e 340 dalla FEM. Con questo nuovo positivo le persone contagiate in provincia di Trento dall'inizio dell'epidemia salgono a 5.507 mentre i decessi restano fermi a quota 470.  

 

 

 

 

Intanto l'attenzione è rivolta a Rovereto dove si sta attuando la strategia delle tre T (tracciamento, trattamento e test) per cercare di stroncare sul nascere il nuovo focolaio (un altro più grosso era stato scoperto a Predazzo nelle scorse settimane qui articolo) emerso nel polo logistico della Bartolini. Si ritiene che questi tre nuovi contagiati, che fortunatamente non devono ricorrere alle cure del sistema ospedaliero trentino, possano essere collegati ai casi di Bologna dove dopo il caso della Bartolini (Qui articolo), negli scorsi giorni sono stati registrati contagi anche all'interno di un'altra importante ditta di consegne, la Tnt (Qui articolo).

 

Le autorità hanno disposto l’isolamento per tutti i dipendenti della ditta in questione e lunedì verranno effettuati tamponi ad ampio raggio su tutti i loro contatti più significativi. Da domani scatteranno tamponi per tutti i circa sessanta lavoratori impiegati nello stabilimento di Rovereto per cercare di capire se ci sono altri positivi ed eventualmente estendere i test anche ai loro familiari.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 settembre - 12:45

Paolo Zanollo, delegato del Wwf per il Garda e sub esperto: "In appena 200 metri di spiaggia ne abbiamo raccolte ben 30”. Rifiuti trovati anche nei canneti, preziosi ecosistemi di filtro naturale nel lago

29 settembre - 10:57

Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 984 tamponi, 8 i test risultati positivi. Sono 28 i pazienti ricoverati nei normali reparti ospedalieri e nessuno deve ricorrere alle cure della terapia intensiva, mentre sono 44 le persone presenti nella struttura di Colle Isarco

29 settembre - 11:29

Le attrezzature da pesca abbandonate rappresentano un pericolo reale per molte specie di pesci, uccelli e mammiferi marini, l’esperto del Muse: “Il filo della lenza può avvolgersi intorno ai tarsi delle zampe, causando la necrosi dei tessuti e la successiva amputazione dell’arto. Oppure può anche avvolgere il collo, causando soffocamento”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato