Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, vetrate oscurate per eludere i controlli: scoperta una palestra aperta nonostante le restrizioni

Durante il blitz i militari hanno scoperto all’interno della palestra tre persone che stavano svolgendo attività fisica. Per eludere i controlli la titolare aveva pensato che sarebbe bastato oscurare le vetrate ma i carabinieri sono stati attirati dall’insolito via vai

Foto d'archivio
Pubblicato il - 12 November 2020 - 19:08

FELTRE. I carabinieri di Feltre sono stati insospettiti dall’insolito via vai di persone registrato nelle vicinanze di una palestra che però, sia sulla carta che da quanto traspariva all’esterno, avrebbe dovuto essere chiusa.

 

Infatti, le nuove norme introdotte dall’ultimo Dpcm prevedono la chiusura delle palestre anche nelle cosiddette zone gialle, cioè laddove il rischio di contagio dovrebbe essere minore. Eppure una struttura di Feltre continuava imperterrita a rimanere aperta e per eludere i controlli aveva deciso di oscurare persino le vetrate.

 

Così, i carabinieri hanno organizzato un blitz e si sono presentati alla palestra per svolgere gli accertamenti del caso. All’interno i sospetti sono stati confermati: infatti erano presenti dei clienti che stavano facendo attività fisica.

 

I militari hanno anche appurato come l’impianto di illuminazione fosse stato staccato mentre la funzione di apertura delle porte con i badge era rimasta attiva. I tre clienti sono stati allontanati ma la titolare ha ricevuto una sanzione per l’inosservanza della sospensione dell’attività.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 January - 05:01

Un punto appare fermo: la data del 15 febbraio è un po' l'ultima chiamata. L'inverno è compromesso da tempo e siamo già ai tempi supplementari di una stagione mai partita. Un discrimine forte potrebbe poi essere quello della mobilità: "Si deve distinguere tra turismo e servizio alla collettività. Persi circa 30 milioni di euro solo per la società impianti''

24 January - 19:51

Sono 250 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 37 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 2 decessi, ma si aggiungono le 30 vittime in Rsa. Sono 47 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

24 January - 17:45

Sale il numero dei pazienti in ospedale, stabile quello delle terapie intensive. Altri 2 decessi. Sono state registrate 7 dimissioni e 39 guarigioni nelle ultime 24 ore

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato