Contenuto sponsorizzato

Crepe diffuse sulla torre del palazzo storico a Lavis. I vigili del fuoco mettono in sicurezza l'edificio e posizionano dei sensori

L'allerta è scattata poco prima delle 18 per la segnalazione del sindaco che ha notato alcuni distacchi di calcinacci. Immediato e tempestivo l'intervento dei pompieri per un sopralluogo al palazzo storico tutelato delle belle arti De Maffei

Pubblicato il - 19 febbraio 2020 - 22:22

LAVIS. I vigili del fuoco di Lavis sono intervenuti per alcune crepe comparse sulla torre di palazzo De Maffei.

 

L'allerta è scattata poco prima delle 18 per la segnalazione del sindaco che ha notato alcuni distacchi di calcinacci. 

 

Immediato e tempestivo l'intervento dei pompieri per un sopralluogo al palazzo storico tutelato delle belle arti De Maffei. 

Le squadre hanno verificato la presenza di vistose crepe diffuse sulla torre lucernario di fine 700 dello scalone e il distacco di parte dell’intonaco.

 

I vigili del fuoco hanno messo in sicurezza la zona interessata con alcuni tiranti in attesa di valutare gli eventuali danni e lavori necessari. Sono stati inoltre posizionati dei sensori per rilevare in tempo reale gli eventuali movimenti.

 

Si sono portati sul posto anche il personale soprintendenza beni culturali e i tecnici del comune di Lavis.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 ottobre - 11:55

Il manifestarsi dei sintomi da Covid-19 nella famiglia di Nicola Canestrini ha portato l'avvocato a denunciare una situazione di disorganizzazione dell'Azienda sanitaria. Da giorni, infatti, le richieste di fare un tampone finiscono nel nulla, visto anche che a Rovereto non è possibile effettuarli a pagamento. "Disorganizzazione a marzo comprensibile, ora non più''

23 ottobre - 12:35

Sono numerosi gli utenti che stanno riscontrando problemi a navigare su internet e il blocco totale delle chiamate 

23 ottobre - 11:18

Il rapporto contagi/tamponi si attesta al 10% perché i test eseguiti sono stati oltre 2.800. Dato in linea con quello rilevato ieri nel vicino Trentino dove, però, si contano molti più morti (dalla seconda ondata sono già 18 contro i 3 di Bolzano)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato