Contenuto sponsorizzato

Emergenza Coronavirus, in attesa degli aiuti del governo, continua il servizio di consegna dei pacchi viveri. Il Comune di Trento: "Garantito a chi ne ha diritto"

In attesa di capire le modalità di consegna degli aiuti del governo alle famiglie più in difficoltà, la rete di solidarietà sul territorio continua a funzionare. Il Comune di Trento, a riguardo, ha comunicato che il servizio continuerà a essere garantito a chi ne aveva già diritto

Pubblicato il - 30 March 2020 - 16:28

TRENTO. In una situazione dove le richieste d'aiuto giunte alla Caritas sono più che raddoppiate negli ultimi 10 giorni, mentre s'attendono di conoscere le modalità di distribuzione degli aiuti governativi, il Comune di Trento ha comunicato che il servizio sarà comunque garantito a chi fino ad ora ne era stato destinatario.

 

A distribuirli sono i volontari volontari della sezione di Trento dell'Associazione Nazionale Alpini, che nelle scorse due settimane hanno già consegnato 191 pacchi viveri. Destinatari dell'intervento, assicurato dal Banco alimentare, sono i cittadini già utenti del servizio ed altri trovatisi in questa fase emergenziale in una situazione di vulnerabilità economica o sociale (ad esempio in situazioni di solitudine).

 

Al servizio si è aggiunta, per evitare spostamenti sul territorio in questo periodo di emergenza e grazie alla collaborazione degli alpini, la consegna a domicilio, che gli utenti possono richiedere telefonando allo 0461884474 dal lunedì al venerdì nelle fasce orarie dalle 8.30 alle 12.

 

Il pacco viveri consisterà in una spesa completa di generi alimentari di prima necessità, raccolti grazie alla colletta alimentare e alla Caritas e consegnata ogni 2/3 settimane a chi viene individuato come soggetto bisognoso dell'intervento dei servizi sociali. La distribuzione dei prodotti freschi, garantita da Trentino Solidale, è stata momentaneamente dirottata verso le strutture di accoglienza attive sul territorio cittadino.

 

In raccordo con la Provincia, si stanno esaminando poi le modalità di utilizzo degli annunciati aiuti governativi, che andranno ad implementare quanto già stanziato e utilizzato dai Comuni, allargando così l'intervento a favore di un maggior numero di cittadini in condizioni di bisogno. Alla Provincia di Trento sarà destinata una somma di 2.941.569,58 euro, ripartita ad esempio – per i maggiori Comuni – in un contributo di 624.604,81 euro per Trento, 211.914,12 euro per Rovereto, 113.829,88 euro per Pergine Valsugana, 92.803,88 euro per Riva del Garda, 94.514,28 euro per Arco e così via (i singoli importi sono visibili nel documento allegato a questo link).

 

Nei prossimi giorni verranno pertanto fornite indicazioni operative dettagliate, mentre per ogni evenienza o per segnalare eventuali situazioni di emergenza è possibile telefonare allo 0461884474 dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 aprile - 15:55
La Giunta provinciale ha dato il via per il percorso organizzativo, amministrativo e di comunicazione necessario per l'apertura delle scuole [...]
Cronaca
23 aprile - 15:08
Sul posto si sono portati i vigili del fuoco di Levico Termine e di Pergine che grazie all'intervento immediato sono riusciti a contenere le fiamme [...]
Cronaca
23 aprile - 13:30
Da lunedì praticamente tutta Italia tornerà gialla e il Governo ha dato un via libera a moltissime riaperture ma per le regioni non è [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato