Contenuto sponsorizzato

IL VIDEO. Coronavirus, l'arrivo a Trento del velivolo dell'Esercito italiano con i dispositivi di sicurezza per le strutture sanitarie trentine

A coordinare le operazioni per trasferire i materiali è stato il Comando truppe alpine di Bolzano, il materiale è stato poi trasferito nei magazzini dell'Apss dal 2° reggimento Genio guastatori alpini

CLICCA SULL'IMMAGINE PER VEDERE IL VIDEO
Pubblicato il - 05 April 2020 - 13:16

TRENTO. Sono arrivati in Trentino, con un volo dell'Esercito Italiano, i dispositivi di sicurezza che saranno ora distribuiti nelle strutture sanitarie del territorio.

 

I materiali sono stati trasportati dalla zona di produzione di Assisi e sono destinati alle strutture ospedaliere e territoriali e ai medici convenzionati. L'Esercito è in campo fin dai primi momenti dell’emergenza a supporto della protezione civile nazionale e provinciale – con personale, mezzi e infrastrutture – per velocizzare la distribuzione di materiale sanitario.


A coordinare le operazioni per trasferire i materiali è stato il Comando truppe alpine di Bolzano: due velivoli UC-228 Dornier dell’Aviazione dell’Esercito hanno trasportato gli oltre 100 imballaggi da Perugia a Mattarello e in seguito mezzi e personale del 2° reggimento Genio guastatori alpini hanno provveduto a trasferirlo nei magazzini di Apss.

 

Questa fornitura di dispositivi concede ad Apss un certo margine di tranquillità per i prossimi giorni. L’auspicio è che collaborazioni così fattive possano assicurare anche nelle prossime settimane ciò di cui sanitari e i pazienti hanno bisogno per continuare ad assicurare le cure e le protezioni migliori.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 January - 20:37

Sono 252 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 36 pazienti sono in terapia intensiva e 43 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi, mentre sono 23 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

26 January - 18:51

Cgil, Cisl e Uil: “Mentre in altre realtà si adottavano misure più restrittive per contenere l’avanzata del virus tra la popolazione e mettere in sicurezza il sistema sanitario, il presidente Fugatti nascondeva i dati, preferendo puntare il dito contro i 'presunti virologi' e ignorando l’allarme che arrivava dai medici in prima linea"

26 January - 18:14
Nelle ultime 24 ore sono state comunicate anche 114 positività a conferma dei test antigenici effettuati nei giorni scorsi. Sono state registrate 15 dimissioni e 197 guarigioni
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato