Contenuto sponsorizzato

In Alto Adige l’educazione civica torna in classe: “In pagella avrà un voto autonomo”

L’educazione civica tornerà fra le discipline obbligatorie sia nella scuola primaria che nella secondaria. Si parla di 33 ore annuali che probabilmente saranno gestite dai docenti di italiano e storia. La materia sarà valutata anche in pagella con un voto autonomo

Di T.G. - 31 agosto 2020 - 16:06

BOLZANO. In Italia bisogna tornare indietro fino al 1958 per sentir parlare per la prima volta di “educazione civica” a scuola. Nello stesso anno infatti, per volere di Aldo Moro, esponente della Democrazia Cristiana, venne introdotto l’insegnamento di questa materia nelle scuole medie e superiori.

 

L’educazione civica sarà poi abolita durante l’anno scolastico 1990-91 e da allora si è sviluppato un grande dibattito circa una sua possibile reintroduzione. Nel tempo la materia è stata riproposta sotto varie nomenclature ma senza mai arrivare a una riforma strutturale. Nel maggio 2019 la svolta, in Parlamento viene approvata una legge che la rende nuovamente obbligatoria.

 

Una riforma recepita anche in Alto Adige dove, a partire da quest’anno, la materia tornerà in classe sia nelle scuole primarie che nelle secondarie. Con la riforma approvata dal Governo quindi, torna tra i banchi di scuola anche l’educazione civica. La materia verrà riqualificata come trasversale con voto autonomo, ciò significa, che l’insegnamento dell’educazione civica avverrà in contitolarità durante le ore di altre materie scolastiche, per esempio la storia o l’italiano (ma anche discipline giuridiche ed economiche) con le quali sarà possibile prevedere una coincidenza a livello di argomenti.

 

Il monte ore complessivo annuale previsto è di 33 ore. L’insegnamento della materia, trattandosi di una disciplina trasversale, sarà garantito da un team di docenti con un coordinatore per la scuola primaria e secondaria. Per quanto concerne l’insegnamento nella scuola secondaria di secondo grado, esso verrà garantito da docenti di discipline giuridiche ed economiche. L’educazione civica sarà a tutti gli effetti una materia curriculare e quindi avrà un suo voto autonomo in pagella, espresso in decimi.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
20 aprile - 21:47
Sono 1.278 le persone attualmente contagiate in Trentino. Sono 17 i territori con 1 persona attualmente positiva. Registrate 145 guarigioni dal [...]
Cronaca
21 aprile - 09:22
K2 Residence, Hotel & Restaurant ha usato l’ironia per parlare delle riaperture all’aperto, fra temperature sotto [...]
Cronaca
20 aprile - 22:18
Incidenti in sequenza avvenuti praticamente negli stessi punti tra Nogaredo, Ala, Avio e Affi in direzione Modena. Quattro impatti molto violenti [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato