Contenuto sponsorizzato

La canna fumaria va a fuoco e l’incendio rischia di propagarsi all’intera abitazione: i vigili del fuoco salvano la situazione

L’incendio è scoppiato introno alle 9 di questa mattina, partendo dalla canna fumaria si stava propagando al cappotto esterno dell’abitazione, alimentato dalla fibra di legno utilizzata come materiale isolante

Pubblicato il - 02 gennaio 2020 - 12:17

VILLA LAGARINA. Con il freddo di questi giorni non è raro che, chi ne ha la possibilità, scelga di accendere stufe e camini per scaldarsi ma talvolta possono verificarsi alcuni incidenti, proprio per questo è consigliato effettuare una puntuale manutenzione.

 

In quest’occasione, la canna fumaria di un’abitazione ha preso fuoco poco dopo le 9 di questa mattina, nella zona di Castellano, frazione del comune di Villa Lagarina. Fortunatamente l’allarme è stato lanciato tempestivamente permettendo ai vigili del fuoco di intervenire con prontezza.

 


 

Da Villa Lagarina è partita una squadra di vigili del Fuoco coadiuvata dai permanenti di Trento.  Arrivati sul posto i pompieri hanno constatato come le fiamme, partite dalla canna fumaria, si fossero estese a una parte del cappotto esterno, in particolare alimentate dall’isolazione in fibra di legno.

 

Ad ogni modo i vigili del fuoco, intervenuti con i loro mezzi, sono riusciti a domare le fiamme evitando che il fuoco si propagasse all’intera abitazione. La casa ha subito solo dei danni al perimetro esterno, senza che la struttura principale ne risultasse compromessa. Stando alle prime informazioni nell’incendio non risultato esservi stati né feriti né intossicati.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 gennaio - 19:43

Sono 333 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 46 pazienti sono in terapia intensiva e 45 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi di cui 6 in ospedale

16 gennaio - 17:59

Fugatti esulta: “Grazie ad un Rt sotto l’1 il Trentino rimane in zona gialla”, ma in conferenza stampa deve spiegare. Nel monitoraggio settimanale dell’Iss l’Rt del Trentino è indicato all’1.01. Nel frattempo Luca Zaia, nonostante un Rt di 0.96, ha chiesto e ottenuto di finire in zona arancione

16 gennaio - 18:29

Nella consueta conferenza sulla situazione Coronavirus in provincia di Trento, il direttore generale dell'Apss Pier Paolo Benetollo ha ribadito l'importanza di sottoporsi all'isolamento in caso di contatto con un positivo. "Il tampone è un utile strumento ma non in questo caso"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato