Contenuto sponsorizzato

Valanga sulla Marmolada, si è staccata una massa di neve di 300 metri di lunghezza per 10 di larghezza a quota 3 mila metri. Non ci sono coinvolti

L'allerta è scattata intorno alle 11.30, quando il fronte nevoso si è distaccato da Punta Penia, sul versante trentino della Marmolada. La slavina si è verificata all'altezza del rifugio Pian dei Fiacconi a quota 3.100 metri. A lanciare l'allarme due alpinisti presenti in zona

Pubblicato il - 09 May 2020 - 13:51

CANAZEI. Non ci sono fortunatamente persone coinvolte nella valanga che si è staccata in Trentino nella tarda mattina di oggi, sabato 9 maggio (Qui articolo).

 

Il distacco è avvenuto in val di Fassa e il soccorso alpino è entrato tempestivamente in azione per le operazioni di bonifica e verifica.

 

L'allerta è scattata intorno alle 11.30, quando il fronte nevoso si è distaccato da Punta Penia, sul versante trentino della Marmolada.

 

La slavina si è verificata all'altezza del rifugio Pian dei Fiacconi a quota 3.100 metri. A lanciare l'allarme due alpinisti presenti in zona. 

 

Il fronte della valanga è di circa 300 metri di lunghezza e 10 metri di larghezzaTempestivo l'arrivo della macchina dei soccorsi tra le unità del soccorso alpino delle stazioni di Moena e Alta val di Fassa, l'elicottero, un'unità cinofila della polizia, altri due cani messi a disposizione a Moena e Canazei.

 

Un operatore del soccorso alpino si trovava fortuitamente nelle vicinanze della valanga e ha cominciato la bonifica utilizzando Artva e sonda, supportato dall'unità cinofila della polizia, elitrasportata sul posto.

 

La bonifica effettuata a terra e la ricognizione dall'alto dell'elicottero ha permesso di accertare che nessuna persona è stata travolta.

 

Inizialmente erano state segnalate due persone sfiorate dal fronte nevoso ma che non erano rimaste intrappolate. E fortunatamente è arrivata la conferma che non si registrano persone coinvolte.

 

Questa mattina il tempo caldo e il venir alcune restrizioni per fronteggiare l'emergenza Covid-19ha portato numerosi appassionati in montagna.

 

Sono due le valanghe registrate in quota, la più drammatica è quella avvenuta a Cortina, un 23enne ha perso la vita davanti agli occhi del fratello di 27 anni, il giovane è stato trascinato da un lastrone di ghiaccio e neve sulle Tofane (Qui articolo).

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
20 aprile - 13:31
Nel mirino anche l'ultima delibera della Pat per le aperture all'esterno: "La Giunta ha dato un contentino ridicolo: le temperature nelle [...]
Cronaca
20 aprile - 11:24
Dalle 23 di domani, 21 aprile, potrà prenotarsi al Cup online, nella sezione 'conviventi e caregiver', chi assiste i più fragili. Saranno [...]
Società
20 aprile - 09:55
Poco più di una settimana fa un ciclista nell'Alto Garda è stato scaraventato in un fosso dopo essere stato urtato da un [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato