Contenuto sponsorizzato

Cortina, trascinato da una valanga per 200 metri, muore sotto gli occhi del fratello un 23enne

L'incidente è avvenuto sulla Tofana di Rozes, quando a metà discesa si è però staccata una valanga e lo scialpinista è stato trascinato per oltre 200 metri dalla massa di ghiaccio e neve. Si tratta di due fratelli, un 23enne e un 27enne di Belluno. A perdere la vita il più giovane

Foto d'archivio
Pubblicato il - 09 May 2020 - 13:31

CORTINA. Dramma in montagna, un lastrone di ghiaccio e neve si è staccato da una parete della Tofana di Rozes questa mattina, sabato 9 maggio. Il bilancio è di un morto, mentre un giovane è rimasto illeso.

 

L'allerta è stata lanciata intorno alle 9.30, quando il soccorso alpino è stato chiamato per una valanga che si è distaccata in zona Tofana e che aveva coinvolto uno scialpinista. 

 

Si tratta di due fratelli, un 23enne e un 27enne di Belluno. A perdere la vita il più giovane. 

 

Gli sportivi stavano scendendo dalla Rozes, il 23enne, anziché prendere il rientro classico dallo spallone, si era tenuto a destra dello Spigolo Zero e aveva preso un canale che porta dietro Punta Marietta.

 

A metà discesa si è però staccata una valanga e il giovane è stato trascinato per oltre 200 metri dalla massa di ghiaccio e neve. 

 

Il fratello, rimasto più in alto, ha subito lanciato l'allarme e sul posto si è diretto l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore, dopo aver imbarcato personale del Soccorso alpino e della Guardia di finanza di Cortina.

 

Una volta individuato il corpo, a circa 2.550 metri di quota, i soccorritori sono stati sbarcati con un verricello di 70 metri.

 

Il Soccorso alpino e la guardia di finanza hanno messo in sicurezza l'area e quindi hanno avviato le operazioni del caso. Purtroppo per il 23enne non c'è stato nulla da fare, il giovane ha perso la vita sotto gli occhi del fratello. 

 

La salma, ricomposta e imbarellata, è stata recuperata e trasportata a valle, per essere poi accompagnata nella cella mortuaria di Cortina. L'eliambulanza ha imbarcato anche il fratello del giovane, rimasto illeso.

 

Questa mattina il tempo caldo e il venir alcune restrizioni per fronteggiare l'emergenza Covid-19, ha portato numerosi appassionati in montagna. Sono due le valanghe registrate in quota, sempre oggi il Soccorso alpino trentino è entrato in azione per una slavina sulla Marmolada (Qui articolo).

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
13 aprile - 19:33
Trovati 119 positivi, 3 decessi nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 168 guarigioni. Sono 1.558 i casi attivi sul territorio provinciale
Cronaca
13 aprile - 20:24
L'incidente è avvenuto questo pomeriggio. Il giovane che era alla guida dell'Honda ha perso la vita sul colpo
Cronaca
13 aprile - 16:24
Se da un lato la Provincia di Bolzano è quella che ha vaccinato più anziani del Paese e presenta dati del contagio in continua decrescita [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato