Contenuto sponsorizzato

Bestemmie a raffica e insulti razzisti a chi voleva pagargli il biglietto (IL VIDEO). Lo sfogo: ''Essere italiani e sentirsi stranieri ancora una volta''

Sulla questione interviene il sindacato Usb Lavoro Privato che spiega: ''Nel servizio pubblico nella giornata di ieri presso Balsega di Piné un utente ha inveito con pesanti epiteti nei riguardi del conducente e successivamente anche di alcuni utenti, aggiungendo poi nei loro riguardi anche esternazioni di carattere razziste''

Di Luca Pianesi - 12 marzo 2021 - 13:13

BASELGA DI PINE'. Bestemmie, insulti razzisti ad alcuni passeggeri, epiteti nei confronti del conducente. Lo spettacolo andato in scena ieri su una corriera di Trentino trasporti a Baselga di Piné si commenta da solo guardando il video realizzato sul mezzo pubblico da un passeggero. Sulla questione interviene il sindacato Usb Lavoro Privato che spiega: ''Nel servizio pubblico nella giornata di ieri presso Balsega di Piné un utente ha inveito con pesanti epiteti nei riguardi del conducente e successivamente anche di alcuni utenti, aggiungendo poi nei loro riguardi anche esternazioni di carattere razziste. Tale episodio - scrive il responsabile del settore trasporti Daniel Agostini - nasce dalla volontà di tale soggetto, di non pagare il biglietto della corsa, situazione che ha poi portato all'esplosione di rabbia ed all'inizio delle offese verso il conducente e gli altri utenti''.

 

 

 

 

A quel punto gli stessi passeggeri che si sono trasformati in oggetto di insulti da parte del signore perché italiani di seconda generazione. Chi ha pubblicato il video, infatti, spiega che ''questo è quello che succede in Italia nel 2021. Essere italiani e sentirsi stranieri ancora una volta. Ma perché ci sono persone che fanno ancora fatica a capire che l'Italia è anche casa nostra? Siamo nati e cresciuti qui. Ma perché - prosegue - ci devono continuamente sbattere in faccia tutte le volte che l'Itali, il Trentino, non è casa nostra. Vi piaccia o no questa è casa nostra. Siamo italiani quanto voi. Sapete perché siamo stati riempiti di insulti - conclude - perché ci siamo offerti di pagare il biglietto a questo signore che non voleva pagare''. 

 

L'Usb prosegue spiegando che ''in data odierna la scrivente organizzazione sindacale ha inviato una nota all'azienda chiedendo l'adozione di provvedimenti verso i soggetti che si rendono autori di tali fatti, mettendo in atto tutte le iniziative possibili mirate a scongiurare spiacevoli situazioni come quella occorsa ieri. Come Usb, non essendo questo il primo fatto similare, siamo convinti che tali episodi non vadano sottovalutati ma al contrario che l'azienda debba, nei riguardi di costoro, prendere dei seri provvedimenti ed una netta posizione di condanna, anche alla luce del fatto che in casi più estremi le offese si sono tramutate in aggressioni fisiche al personale viaggiante. In conclusione non possiamo che condannare tale accadimento ed esprimere la nostra solidarietà al lavoratore ed agli utenti a cui erano rivolte le offese di questo soggetto''.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 6 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
07 dicembre - 21:01
L’assessora Stefania Segnana invia una lettera alle sindache per promuovere una maggiore adesione alla maratona vaccinale, appellandosi al loro [...]
Cronaca
07 dicembre - 20:34
A lanciare l'allarme i familiari che non hanno visto l'escursionista rientrare a casa. Attivi gli operatori del soccorso alpino delle stazioni [...]
Cronaca
07 dicembre - 20:04
Trovati 249 positivi, 1 decesso nelle ultime 24 ore. Registrate 180 guarigioni. Sono 75 i pazienti in ospedale. Sono 906.454 le dosi di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato