Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, focolai tra i giovani dopo la festa a Jesolo (75 ragazzi in quarantena). Variante Delta nel cluster di Feltre per la partita dell'Italia

L'Ulss 2 comunica che al momento sono 75 i ragazzi finiti in quarantena e 24 quelli già risultati positivi tra Treviso e Jesolo. L'Ulss 1 invece ricorda che '' il focolaio giovanile feltrino, che ha colpito complessivamente ad oggi una ventina di ragazzi, è quasi con certamente attribuibile alla rapida diffusione della variante Delta, favorita da più occasioni di assembramento nella sera/notte del 26 giugno''

Di L.P. - 11 July 2021 - 16:52

TREVISO. Sono i giovani, in questo momento, il vettore principale del Covid in tutta Europa e così, anche negli scorsi giorni, sono scoppiati diversi focolai per feste private, gli ultimi a Jesolo e Treviso. A darne notizia l'Ulss 2 che conferma come "in relazione al cluster emerso dopo due feste private, tenutesi nei giorni scorsi a Jesolo e a Treviso, ad oggi l’attività di contact tracing dell’Ulss 2 ha identificato 75 ragazzi coinvolti, tutti posti in quarantena". La festa che ha coinvolto il maggior numero di giovani è quella di Jesolo del 6 luglio dopo la quale sono emerse 13 positività (9 confermate anche dal tampone molecolare).

 

Una festa alla quale avevano partecipato una cinquantina di ragazzi per i quali sta scattando la quarantena. Alcuni dei giovani della festa di Jesolo, poi, due giorni prima, avevano partecipato a un'altra festa di compleanno a Treviso. Da questo evento sono emerse altre 2 positività ma il contact tracing è tuttora in corso per individuare altre possibili fonti di focolai. 

 

Al momento sono, quindi, 75 i ragazzi finiti in quarantena e 24 quelli già risultati positivi (16 al molecolare 8 all’antigenico). Tutti i campioni positivi al molecolare vengono inviati all’Istituto Zooprofilattico per il sequenziamento, al fine da individuare la variante responsabile del focolaio trevigiano.

 

Qualche giorno fa il caso del mega focolaio nel feltrino legato a un torneo di calcetto e alla visione della partita Italia-Austria. “Nelle giornate 30 giugno e 1 luglio – comunicava infatti in una nota l'Ulss 1 Dolomiti – sono giunte all'attenzione del Dipartimento di prevenzione 12 nuove positività complessive”. Di queste, spiega l'Azienda sanitaria, 6 sarebbero tutte relative a 20enni riconducibili a una festa di compleanno, alla partecipazione come pubblico al torneo di calcio a 5 Pedavena Cup e alla successiva visione su un maxi-schermo di Italia-Austria. Dopo la partita poi, i ragazzi sarebbero andati a festeggiare in una birreria e in altri locali dell'area feltrina''.

 

Due giorni fa l'Ulss Dolomiti aggiungeva che ''nelle ultime 24 ore in Ulss Dolomiti sono emerse tre nuove positività di età varia apparentemente non collegate al focolaio principale in Provincia. In riferimento a tale focolaio, tuttavia, sono pervenute le analisi preliminari di sequenziamento relative alle prime 6 positività emerse, attestanti la presenza di variante Delta. Alla luce di ciò il focolaio giovanile feltrino, che ha colpito complessivamente ad oggi una ventina di ragazzi, è quasi con certamente attribuibile alla rapida diffusione di tale variante, favorita da più occasioni di assembramento nella sera/notte del 26 giugno''.

 

''Queste nuove evidenze - conclude l'Ulss 2 - confermano ulteriormente la necessità che tutti coloro che hanno partecipato agli eventi sportivo sociali del 26 giugno scorso, all’origine del focolaio, si sottopongano a tampone accedendo ai covid point di Feltre Anzù attivo dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 12.30 (nei giorni festivi è attivo il covid point di Belluno ospedale)''.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 6 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
08 agosto - 08:07
Difficili operazioni di soccorso per riuscire a portare in salvo uno speleologo di 30 anni rimasto bloccato  all'interno della grotta [...]
Cronaca
08 agosto - 08:56
L'incidente è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri ed ha visto sette persone coinvolte e soccorse dai vigili del fuoco e dal personale [...]
Cronaca
08 agosto - 07:40
Il maltempo di sabato aveva bloccato l'accesso a Malga Pian de Sire nel Cadore. Ieri dopo ore di lavoro i vigili del fuoco sono [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato