Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, l’incidenza del Trentino sotto i 250 casi ogni 100mila abitanti, ma per l’Ue resta in zona rosso scuro: ecco perché

Stando ai nuovi dati, l’incidenza settimanale del Trentino si ferma a 231 casi ogni 100.000 abitanti, quindi sotto la soglia critica fissata dal Governo per finire in zona rossa. Ecco la classificazione secondo il sistema Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie

Di T.G. - 01 aprile 2021 - 13:03

TRENTO. Dopo sette settimane il Trentino resta ancora in nella zona “rosso scuro”, almeno nella classificazione attribuita dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc). C’è però una buona notizia perché per la prima volta da quando è entrata in vigore la zona rossa nazionale l’incidenza settimanale in Provincia di Trento è scesa sotto la soglia dei 250 casi ogni 100.000 abitanti, la stessa che determina l’entrata il passaggio tra la zona rossa e arancione.

 

Per l’Ecdc però il Trentino resta classificato in zona “rosso scuro” perché l’incidenza è calcolata nell’arco delle due settimane pertanto pesano i casi rilevati nei 14 giorni precedenti. Sempre secondo l’ente europeo in zona “rosso scuro” ci sono: Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Marche, Puglia e Alto Adige.

 

 

La Provincia di Bolzano registra un’incidenza altissima per via dell’aggiornamento dei casi, rispetto ai dati della protezione civile, avvenuto nei giorni scorsi: “L’incremento – spiegava l’Azienda sanitaria altoatesina a Il Dolomiti – è legato ai test antigenici positivi confermati dall’esito del test molecolare eseguiti prima del 15 gennaio 2021 che finora non erano stati conteggiati”.

 

 

Come già anticipato il dato migliore riguarda l’incidenza settimanale (aggiornata al 31 marzo e calcolata da Gedi visual in base ai dati del Ministero della Salute) che per il Trentino si ferma a quota 231 casi ogni 100.000 abitanti, quindi al di sotto della soglia critica. Stando agli ultimi rilevamenti l’indice Rt della Provincia di Trento si aggira intorno al valore di 1, pertanto non è da escludere che in vista del prossimo monitoraggio dell’Istituto superiore di sanità possano esserci delle modifiche alla colorazione con un conseguente allentamento delle restrizioni.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
06 dicembre - 12:58
La slavina si è verificata questa mattina sulla Regina delle Dolomiti, nella zona di Pian dei Fiacconi. Secondo le prime informazioni fornite a il [...]
Cronaca
06 dicembre - 13:27
L'intervento è avvenuto nella zona di Racines in Alto Adige. Un autobus è rimasto bloccato a causa della neve
Economia
06 dicembre - 12:00
Via libera al nuovo intervento di sostegno al credito per agevolare, attraverso la garanzia della Provincia, il finanziamento di Confidi e [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato