Contenuto sponsorizzato

Dopo le polemiche ecco il trailer di “Divin Codino” il film su Roberto Baggio girato in Trentino. Bisesti: ''Si vedrà la professionalità della Film Commission''

L’uscita è prevista per il prossimo 26 maggio, sulla piattaforma Netflix. Essendo Baggio originario di Vicenza la decisione di girare il film in Trentino aveva creato molta discussione 

Di GF - 05 March 2021 - 09:34

TRENTO. Un film molto atteso e anche molto discusso. E’ stato trasmesso nei giorni scorsi sui canali social il trailer di “Divin Codino”, diretto da Letizia Lamartire, che ripercorre la straordinaria carriera calcistica di Roberto Baggio.

 

Il film è nato dopo che la Trentino Film Commission nel primo bando 2020 aveva approvato 6 progetti, suddivisi in 3 produzioni cinematografiche e televisive, un documentario e 2 produzioni locali. Tra questi vi è era proprio la produzione cinematografica de “Il Divin Codino” per raccontare la vita del calciatore italiano più amato di sempre.

 

 

La vicenda aveva subito fatto storcere il naso al Veneto. Roberto Baggio è il campione per antonomasia, forse il più amato di sempre del calcio italiano e soprattutto a Vicenza è praticamente idolatrato essendo la sua terra di nascita. Pallone d'oro, ha giocato per tutte le più grandi squadre d'Italia e con il cuore non ha mai abbandonato la sua terra.

 

Vladimiro Riva della Film Commission di Vicenza non si era tirato indietro nell'esprimere la propria delusione sul fatto che il film sul famoso calciatore vicentino fosse realizzato in Trentino. (QUI L'ARTICOLO

 

''Una delusione – aveva spiegato Riva - che chi fa un film lo faccia così fasullo nei luoghi, anche quando non ci sarebbero problemi a girarlo in quelli giusti. Si poteva avere maggiore sensibilità. Per il resto complimenti e buon lavoro alla Trentino Film Commission”.

 

Ora la realizzazione del film è terminata. L’uscita è prevista per il prossimo 26 maggio, sulla piattaforma Netflix. “Sinceramente, non vediamo l’ora” è stato il commento dell'assessore provinciale Mirko Bisesti. “Siamo certi che il film soddisferà pienamente non solo i tantissimi fan di Baggio ma in generale tutti coloro che amano il bel calcio. Posso solo aggiungere che è una grande soddisfazione per noi che la produzione abbia scelto il Trentino per girare una buona parte del film. E’ una scelta che in questo caso premia non le bellezze della nostra terra, non sono queste infatti che si vedranno sullo schermo, ma la professionalità della Film Commission, nonché dei professionisti ed in generale di tutto il personale locale che è stato coinvolto nella realizzazione del progetto”.

 

Per il Trentino, ovviamente, non sono mancate le ricadute economiche. Durante il periodo delle riprese in provincia, la produzione ha investito qui ben più di quanto ricevuto in forma di contributo provinciale.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
22 aprile - 15:56
L'allerta è scattata lungo la strada statale 12. In azione la macchina dei soccorsi. Viabilità bloccata in tangenziale
Cronaca
22 aprile - 16:01
Sono stati analizzati 2.235 tamponi tra molecolari e antigenici. Oggi 16 casi tra over 60 e 21 contagi tra giovani e ragazzi in età scolare. [...]
Politica
22 aprile - 13:00
L'altra questione posta all'attenzione del presidente del Consiglio Draghi riguarda i gettiti fiscali arretrati derivanti anch'essi dal Patto di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato