Contenuto sponsorizzato

FOTO. Nella notte si stacca un'enorme valanga che invade la strada. Chiuso Passo Rolle

Era mezzanotte circa di domenica 21 febbraio quando dalla montagna sopra San Martino di Castrozza si è staccata un'enorme valanga, che ha invaso la statale. Immediata la ricerca di eventuali coinvolti. Passo Rolle è stato chiuso e per la mattinata di lunedì è previsto un altro sopralluogo

Credits to Vvf Primiero
Di Davide Leveghi - 22 febbraio 2021 - 08:25

PRIMIERO SAN MARTINO DI CASTROZZA. Era mezzanotte circa di domenica 21 febbraio, quando un'enorme massa di neve si staccava dalla montagna e invadeva la strada statale 50 del Grappa e del Passo Rolle, un chilometro circa al di sotto del Passo, in direzione San Martino di Castrozza. Il massiccio fronte nevoso si riversava per diversi metri quando ormai il coprifuoco era già passato da tempo.

 

Sul luogo, però, si sono immediatamente precipitati i vigili del fuoco del Primiero che hanno da subito effettuato la prima ricerca di eventuali persone coinvolte. Anche le forze dell'ordine, i carabinieri, la guardia di finanza e il soccorso alpino si recavano in loco per valutare la situazione ed escludere la presenza di macchine che potessero essere passate al momento della caduta della slavina.

 


Credits to Vvf Primiero
Credits to Vvf Primiero

 

Dall'analisi delle telecamere non risultava che nessuna macchina si fosse fermata nei pressi della zona interessata. Ad ogni modo, vista anche l'entità dell'evento, nella mattinata di lunedì 22 febbraio dovrebbe essere compiuto un sopralluogo per eliminare qualsiasi residuo sospetto. Al tempo stesso, si valuterà la questione sotto il profilo del traffico, che al momento rimane bloccato.

 

Nel 2015 un'altra valanga di dimensioni altrettanto imponenti aveva costretto a tenere il Passo chiuso per 2 mesi.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 marzo - 19:53
Sono 226 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicati 2 decessi. Sono 67 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività
04 marzo - 18:14

Si attendono le nuove classificazioni. La curva del contagio è in crescita a livello nazionale e la prospettiva è quella di diversi cambi di zona. Il Trentino dovrebbe restare in zona arancione e la Pat conferma l'intenzione di proseguire con la didattica in presenza al 50%

04 marzo - 19:16

Nuovi riscontri alla diffusione della variante inglese in Provincia, dopo il caso dei dipendenti della Cassa Rurale della Val di Fiemme anche 15 dipendenti di una fabbrica di Trento sono stati contagiati dalla stessa mutazione. Ferro: “La variante inglese ha una grande capacità di contagio soprattutto nei luoghi chiusi”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato