Contenuto sponsorizzato

Green pass obbligatorio, tutti in fila al centro vaccinale di Trento sud. Zuccali: ''Affluenza piuttosto importante, servirebbe più personale ma andiamo avanti''

Da un lato l'Effetto Green pass obbligatorio a partire dal 15 ottobre per i dipendenti pubblici e privati  e dall'altro l'open day con la possibilità dei cittadini di recarsi al drive through vaccinale. Dalle prime ore di questa mattina sono moltissimi i cittadini in cosa a Trento sud. Zuccali: "Negli ultimi due o tre giorni abbiamo assistito ad un aumento delle adesioni''

Di Filippo Schwachtje, Giuseppe Fin - 18 settembre 2021 - 12:31

TRENTO. “Stiamo assistendo sicuramente ad una affluenza piuttosto importante”. Sono queste le parole utilizzate dalla direttrice dell'Unità operativa igiene e sanità pubblica Maria Grazia Zuccali in merito alla situazione che si sta verificando all'area vaccinale San Vincenzo a Trento Sud.

 

Dalle prime ore di questa mattina sono numerosi in cittadini che si sono messi in coda per riuscire ad effettuare la vaccinazione. E' l'effetto Green Pass che dal 15 ottobre sarà obbligatorio per tutti i dipendenti pubblici e privati e anche l'avvio delle scuole che ha portato molti a decidere di aderire alla campagna vaccinale.

 

“Nei giorni passati avevamo registrato un leggero calo nelle vaccinazioni – ha spiegato Zuccali – a differenza di questi ultimi due o tre giorni nei quali abbiamo invece visto un aumento delle adesioni”.

Oggi e domani, accanto alle seconde dosi e alle prenotazioni già prese, l'Azienda sanitaria ha rinnovato anche l’appuntamento con l'accesso libero al drive through vaccinale. L’open day, senza necessità di prenotazione e dedicato a coloro che non hanno iniziato il ciclo vaccinale, si tiene oggi fino alle 16 e domenica 19 settembre, dalle 14 alle 16. (E' bene ricordare che coloro che hanno già ricevuto la prima dose dovranno rispettare l’appuntamento ricevuto per la seconda, secondo l’intervallo di tempo previsto dalla tipologia del vaccino).

 

Le lunghe code che si stanno registrano sono dovute anche alle procedure, più lunghe, per chi arriva nell'area vaccinale senza prenotazione e che si deve quindi registrare fornendo tutti i dati.

 

Il personale impiegato al drive through sta lavorando senza sosta. “Andiamo avanti ma lo sforzo è importante – ha spiegato la dottoressa Maria Grazia Zuccali – perché il personale sanitario che avevamo, con la ripresa dei vari servizi delle strutture ospedaliere è stato richiamato al proprio compito. Ora nell'area vaccinale stanno operando medici specializzandi, personale interinale e qualche volontario”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 ottobre - 20:21
E' la seconda tragedia di oggi sulle montagne trentine. L'incidente è avvenuto in val Daone. La 26enne stava praticando bouldering con alcuni [...]
Cronaca
24 ottobre - 01:01
Trovati 45 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 35 guarigioni. Sono 6 i pazienti in ospedale, di cui 2 ricoverati in terapia [...]
Cronaca
23 ottobre - 21:14
L'allerta è scattata a Rovereto. Nonostante la brusca frenata e le manovre per evitare la collisione, l'impatto è stato inevitabile. Una 14enne [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato