Contenuto sponsorizzato

I no-Green pass incontrano Fugatti in Provincia: “Noi entrati senza certificazione, netta chiusura della Pat alle nostre richieste”

Una delegazione di 7 persone (“sprovviste di Green pass”) è entrata ieri pomeriggio nel palazzo della Provincia in Piazza Dante per un incontro con il presidente della Pat. Da Fugatti però non si sono registrate aperture su nessun fronte: “Consideriamo la posizione di netta chiusura come un invito a potenziare la presenza e le manifestazioni sul territorio provinciale”. La Pat intanto sottolinea: "All'incontro presenti forze dell'ordine insieme al presidente, rispettate distanze e utilizzo mascherine"

Di Filippo Schwachtje - 19 ottobre 2021 - 18:59

TRENTO. I no-Green pass incontrano Fugatti, ma dal presidente della Pat registrano una “netta chiusura” su tutta la linea. “Consideriamo la posizione della Provincia come un invito a potenziare la presenza e le manifestazioni sul territorio provinciale”, hanno fatto sapere dal comitato CiSiamo. La delegazione, composta da 7 persone, è entrata ieri pomeriggio (18 ottobre) nel Palazzo della Provincia, rigorosamente senza Green pass (ci tengono a sottolineare i partecipanti). La riunione, scrivono: “Ha visto la delegazione sviluppare le istanze e i contenuti della lettera protocollata l'11 ottobre scorso”. Lettera nella quale si chiedeva sostanzialmente all'Amministrazione provinciale di appoggiare le rivendicazioni dei manifestanti contrari al Green pass e ai vaccini anti Covid-19.

 

A confermare a il Dolomiti l'incontro con la delegazione è direttamente Piazza Dante, specificando che insieme al presidente Fugatti c'erano anche le forze dell'ordine e che la delegazione è stata ricevuta all'interno del palazzo per scongiurare eventuali disordini derivanti dal contestuale svolgimento di una manifestazione in Piazza Dante. Secondo quanto riportato dalla delegazione, i 7 membri del comitato CiSiamo non avevano il Green pass ma, ribadisce la Pat, distanze di sicurezza e utilizzo di mascherina sono state comunque garantite

 

Fugatti ha comunque ribadito alla delegazione arrivata in Provincia, nella parole dei manifestanti, che l'unica opzione per uscire dalla pandemia è la vaccinazione, che il costo dei tamponi (per i quali la Pat punta a rafforzare l'offerta) rimarrà completamente a carico dei cittadini e la “non volontà da parte della Pat di utilizzare i tamponi salivari”. Una chiusura netta a tutte le richieste dei manifestanti e che, dicono i no-Green pass, rappresenta per loro “un invito a potenziare la presenza le manifestazioni sul territorio provinciale, concentrandosi sui settori produttivi e dei servizi a sostegno”. Nuovamente confermato quindi l'appuntamento del sabato “in piazza e nelle vie del capoluogo”.

 

Secondo CiSiamo, Fugatti avrebbe confermato la “scelta, del tutto politica, di ritenere la via della sperimentazione farmaceutica para vaccinale di massa come l'unica opzione ad oggi sul tavolo per contrastare l'emergenza sanitaria”. In poche parole: la 'colpa' del presidente della Provincia sarebbe, ancora una volta, quella di seguire (oltre, ovviamente, alle direttive del governo nazionale) le solide indicazioni della comunità scientifica puntando sulla vaccinazione (una 'sperimentazione', come viene chiamata dal fronte anti-vaccini, sicura ed efficace che ormai ha coinvolto quasi la metà della popolazione mondiale, con 6.68 miliardi di dosi somministrate a livello globale e un ritmo di inoculazione giornaliero di oltre 19 milioni di dosi) come la via maestra per tornare alla normalità.

 

“Il presidente Fugatti – scrive CiSiamo – pur convinto della legalità di tutti i provvedimenti adottati dal governo Draghi, ha sollecitato la delegazione ad agire in tutte le sedi opportune per la verifica di legittimità e costituzionalità dei provvedimenti più controversi, pronto a prendere atto degli esiti se sfavorevoli alla normativa temporaneamente in vigore”. Secondo la delegazione “non vi è delusione, perché non vi erano aspettative rispetto ad un presidente che deve difendere le scelte calate dall'alto, sul cui esito tutti noi non possiamo che sperare bene”. 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 7 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
08 dicembre - 17:10
C'è qualcosa di schizofrenico in quanto la Pat. Un albero sano abbattuto e trasportato con i camion a Roma dovrebbe comunicare il valore [...]
Cronaca
08 dicembre - 17:20
Come previsto la neve scende copiosa sull'intero territorio provinciale. Il bollettino delle 16 del Servizio gestione strade della Provincia di [...]
Cronaca
08 dicembre - 16:15
Tra sabato e domenica Fabio Pedretti è venuto a mancare durante una gara di corsa in montagna per un malore. Sotto gli articoli pubblicati (anche [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato