Contenuto sponsorizzato

I vigili del fuoco trentini sbarcano in Sicilia: l’isola continua a bruciare. Musumeci: “Un abbraccio a chi è impiegato in prima linea”

Il team di “Scouting” dei vigili del fuoco e della protezione civile del Trentino è già sul posto e sta coordinando il dispiegamento dei contingenti nei territori di Catania, Palermo e Enna. Nelle ultime 24 ore oltre 250 interventi per via degli incendi in Sicilia, in azione anche dei piromani

Di T.G. - 02 agosto 2021 - 16:14

PALERMO. È sbarcato oggi, 2 agosto, a Palermo il contingente della Protezione civile trentina con i vigili del fuoco volontari, partito per portare aiuto contro gli incendi che stanno colpendo la Regione Sicilia. Già da domani sarà pienamente operativo nei territori assegnati, così come i contingenti delle altre Regioni che hanno inviato aiuti.

 

Sull’isola è da poco arrivata anche la colonna dei mezzi pesanti. La colonna trentina ha viaggiato assieme ai colleghi di Veneto e Alto Adige. Il team di “Scouting”, che ha preceduto ieri le colonne mobili delle regioni viaggiando in aereo, è già sul posto e sta coordinando il dispiegamento dei contingenti delle Regioni nei territori di Catania, Palermo e Enna. A Catania lo stesso il team di “Scouting” ha preso contatto con i referenti dei vari contingenti per organizzare l’arrivo delle colonne mobili e dare coordinamento e supporto all’intervento delle Regioni.

 


 

Il contingente trentino, così come quelli di Veneto e Alto Adige, è chiamato a operare nella zona di Palermo. La Protezione civile della Lombardia e quella del Piemonte interverranno invece nel territorio di Enna. Quelle del Friuli Venezia Giulia e dell’Emilia Romagna nella zona di Catania.

 

Nelle ultime 24 ore sono stati oltre 250 gli interventi in Sicilia, le zone più colpite sono Catania, Palermo, Agrigento, Caltanissetta e Siracusa. “Roma – ha detto il presidente della regione Nello Musumeci – ha subito accolto la mia richiesta di stato di mobilitazione di Protezione civile per la calamità legata ai paurosi incendi di questi giorni, che colpiscono la nostra Isola e altre regioni italiane. Ringrazio tanto il premier quanto l’ingegnere Fabrizio Curcio e un ideale abbraccio va alle donne e agli uomini impegnati in prima linea. Sono giornate difficili, che ci vedono mobilitati su più fronti: fuochi, cenere vulcanica e pandemia”.

 


 

Come riferisce lo stesso presidente Musumeci la situazione resa ancor più tragica dalla rinnovata azione dei piromani che, come accertato dalle indagini degli inquirenti, appiccano scientificamente il fuoco in più punti causando danni irreversibili al patrimonio boschivo e mettendo a rischio persino l’incolumità delle persone.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 settembre - 06:01
Il rifugio Filzi sul Finonchio ha chiuso la scorsa settimana la stagione estiva ed ora proseguirà, tempo permettendo, le aperture nei weekend. I [...]
Cronaca
28 settembre - 08:14
Misure meno stringenti sia per il mondo della cultura che in quello dello sport. Fondamentale rimane avere il Green pass e massima attenzione anche [...]
Cronaca
28 settembre - 08:28
L'epicentro è nella provincia di Treviso e il sisma è stato avvertito anche nei territori vicini. Le prime due scosse sono state avvertiti [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato