Contenuto sponsorizzato

Sara Pedri, l'Apss apre una commissione d’indagine interna per approfondire la vicenda: ''E massima collaborazione con la magistratura''

Anche l'Ordine dei medici è intervenuto per chiedere che si faccia chiarezza e dopo la puntata della trasmissione televisiva "Chi l'ha visto?", l'Apss: "Oltre alle verifiche già effettuate, si ritiene necessario un ulteriore approfondimento"

Di Luca Andreazza - 17 June 2021 - 21:04

TRENTO. "Inizia a lavorare la commissione d'indagine interna per esaminare ulteriormente la situazione". Così l'Azienda provinciale per i servizi sanitari sulla vicenda che riguarda Sara Pedri, la giovani ginecologa scomparsa il 4 marzo scorso. 

 

Negli scorsi giorni scorsi sono riprese le ricerche di Pedri (Qui articolo), attività che hanno ripreso nuova spinta dopo le dichiarazioni rilasciate dalla sorella e dalla madre alla nota trasmissione “Chi l’ha visto?”.

 

Il programma di Rai 3 è tornato sulla vicenda anche nella puntata andata in onda mercoledì 16 giugno con nuove testimonianze circa le pressioni subite dalla giovane sul lavoro. La tesi sollevata dalla trasmissione, che descrive la ginecologa come sempre più magra e avvilita, è che i problemi più gravi siano iniziati quando Pedri è stata trasferita nel reparto di ginecologia dell’ospedale Santa Chiara di Trento (Qui articolo). 

 

Nel corso della trasmissione sono state riportate anche le dichiarazioni di Antonio Ferro, direttore del dipartimento prevenzione dell’Apss, che in conferenza stampa spiegava: "E' un fatto che risale a mesi fa su cui subito mi sono interessato come direttore sanitario per cercare di capire cosa era successo. Devo dire che a una prima indagine interna che è stata fatta – alla quale seguirà un approfondimento, aveva fatto sapere Ferro – non ci sono degli elementi oggettivi per ritenere che ci sia una connessione diretta tra questa sparizione e il lavoro”.

 

Eppure i colleghi della giovane ginecologa riportano una situazione diversa. La trasmissione ha citato un messaggio scritto da una delle colleghe: Alcune di noi sono già state chiamate a testimoniare dal Pm, abbiamo già rilasciato nei dettagli sia il cambiamento di Sara sia certi avvenimenti di urla". Secondo “Chi l’ha visto?” risultano almeno cinque denunce di medici tutt’ora in reparto.

 

L'Azienda provinciale per i servizi sanitari è ritornata sulla vicenda. "Nell'immediatezza della scomparsa a inizio marzo - si legge nella nota - sono stati raccolti elementi e sono stati effettuati approfondimenti che non hanno portato a evidenziare collegamenti con i fatti accaduti nel contesto lavorativo. Fin dai primi giorni la direzione aziendale ha messo a disposizione delle forze dell'ordine tutte le risorse interne. E' in corso una indagine della magistratura che farà piena luce sugli accadimenti e alla quale il direttore generale ha già offerto massima collaborazione. La direzione aziendale esprime vicinanza alla famiglia per il dolore di questa scomparsa".

 

Anche l'Ordine dei medici è intervenuto per chiedere che si faccia chiarezza e dopo la puntata della trasmissione televisiva, l'Apss ha disposto ulteriori approfondimenti.

 

"In relazione alle recenti affermazioni in cui si adombra una possibile relazione con una situazione di stress sul luogo di lavoro, oltre alle verifiche già effettuate, si ritiene necessario un ulteriore approfondimento per cui il direttore generale, sentito anche l’Ordine dei medici, ha disposto una commissione coordinata dal direttore sanitario di Apss affinché esamini ulteriormente la situazione, raccogliendo notizie puntuali relative a eventuali episodi rilevanti", conclude la note dell'Azienda sanitaria.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 13 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
15 August - 13:11
Secondo l’ultimo Rapporto sui grandi carnivori pubblicato dalla Provincia di Trento sono 7 (su 69) gli orsi rilevati con certezza fuori dal [...]
Ricerca e università
15 August - 12:18
L'obiettivo del nuovo progetto coordinato dalla Fondazione Bruno Kessler “Nevermore”, finanziato nell'ambito del programma Horizon Europe con [...]
Politica
15 August - 11:44
Sono 101 in tutto i contrassegni depositati in vista delle elezioni del 25 settembre e, tra i partiti e i movimenti più noti, sono spuntati [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato