Contenuto sponsorizzato

Uccisi travolti dal motoscafo, la sindaca di Riva chiederà che la Comunità del Garda si costituisca parte civile nel processo ai due turisti tedeschi

La sindaca Cristina Santi lo chiederà nella prossima riunione della Comunità che si terrà martedì. In un post su Facebook spiega: “Da noi il turismo è e resterà benvenuto, e i turisti li accogliamo e sempre li accoglieremo col sorriso e a braccia aperte ma nel rispetto delle regole, delle leggi e della nostra gente”

Pubblicato il - 25 giugno 2021 - 09:57

RIVA DEL GARDA. “Chiederò che la Comunità, che è la nostra Comunità di lago e dunque rappresenta tutte e tutti noi, si costituisca parte civile nel processo ai due turisti tedeschi che hanno provocato a Salò la morte di Umberto e Greta uccidendoli col loro motoscafo”. Sono queste le parole che la sindaca di Riva del Garda, Cristina Santi ha riportato in un post su Facebook annunciando la decisione di costituirsi parte civile contro i due tedeschi accusati di duplice omicidio colposo e omissione di soccorso per la morte di Umberto Garzarella e Greta Nedrotti.

L'incidente sul Garda è avvenuto nel corso della notte di sabato scorso quando i due tedeschi con un motoscafo hanno travolto la barca dove si trovavano i due giovani uccidendoli. Umberto Gazzella è morto sul corpo e il suo corpo è stato ritrovato alla mattina sulla barca devastata. Il corpo di Greta Nedrotti, invece, è stato recuperato a quasi cento metri di profondità dopo 12 ore di ricerche.

 

La sindaca Santi, sempre nel post, ha spiegato di aver preso la decisione di costituirsi parte civile dopo essersi sentita anche con i suoi colleghi e la proporrà martedì prossimo alla riunione della Comunità del Garda presieduta da Mariastella Gelmini . “Da noi il turismo è e resterà benvenuto, e i turisti li accogliamo e sempre li accoglieremo col sorriso e a braccia aperte – spiega Santi - ma nel rispetto delle regole, delle leggi e della nostra gente”.

 

Sulla tragedia sono ancora in corso le indagini per ricostruire esattamente quello che è successo. Nelle scorse ore è arrivato anche un appello da parte dei genitori di Greta, la giovane ragazza uccisa sabato notte, e riportato da diversi mass media: "Crediamo di dovere alla nostra Greta almeno un tributo di verità e di giustizia".

 

Ieri sui corpi dei due ragazzi è stata eseguita l'autopsia. Dalle primissime informazioni Umberto Garzarella sarebbe morto quasi sul colpo a causa di una fatale ferita addominale dopo essere stato travolto dal motoscafo. Greta Nedrotti, invece, potrebbe essere deceduta per annegamento dopo essere stata sbalzata in acqua ferita.

 

I due turisti tedeschi, entrambi indagati, sono tornati a Monaco di Baviera già nei giorni scorsi.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 30 novembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
30 novembre - 20:00
Trovati 199 positivi, 1 decesso nelle ultime 24 ore. Registrate 104 guarigioni. Sono 52 i pazienti in ospedale. Sono 840.024 le dosi [...]
Cronaca
30 novembre - 19:39
Il successo dell'opera realizzata dallo scultore veneto a Lavarone è enorme ma dal 2018, quando la tempesta si è abbattuta su Veneto e Trentino [...]
Politica
30 novembre - 21:00
I contratti del pubblico impiego sono bloccati e se i consiglieri regionali sono reduci dall'adeguamento dell'indennità, adesso sembra arrivato il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato