Contenuto sponsorizzato

Vasco Rossi e il debutto a Trento del nuovo tour: “Comincio già a prepararmi, non vedo l'ora di ripartire dopo questa lunga pausa”

Tra musica, ricordi e spunti filosofici, in un'intervista a Massimo Cotto su Virgin Radio il rocker emiliano si dice emozionato per il debutto del tour del 2022, che avrà inizio il 20 maggio proprio a Trento

Di F.S. - 15 ottobre 2021 - 18:16

TRENTO. Mentre, al momento, non è ancora stato comunicato un progetto ufficiale per quella che diventerà la Trentino Music Arena a Trento Sud, Vasco Rossi, l'artista che dovrebbe inaugurare la struttura con un concerto da circa 120 mila persone il 20 maggio del prossimo anno, ha detto di aver già cominciato i preparativi per il grande evento: “Non vedo l'ora di ricominciare, non riesco ad immaginare l'emozione che ci sarà al primo concerto dopo questa lunga lunga pausa”.

 

Le parole del rocker emiliano sono arrivate in occasione di un'intervista realizzata da Massimo Cotto su Virgin Radio, nella quale tra musica, ricordi e spunti filosofici Vasco ha parlato del suo ultimo album (“Siamo Qui”, in uscita il prossimo 12 novembre) e di tanto altro. All'appuntamento trentino, ha detto il musicista: “Ci saranno grandi brividi. Ho già cominciato a prepararmi e novembre sarà un mese di tristi diete”, proprio in vista della ripresa dei concerti.

 

Nel corso dell'intervista sono stati toccati tanti temi, dall'importanza di imparare dai propri errori al potere di una canzone. “Non bisogna avere paura di sbagliare – ha spiegato Vasco – perché è proprio da lì che s'impara. Cosa può fare una canzone? Modificare l'umore di una giornata, la musica ha un grande potere sulle persone anche se non ho mai pensato che potesse cambiare il mondo. Quando avevo 20 anni pensavo fosse più importante cambiare se stessi prima: non ho mai creduto alle rivoluzioni ma ad un processo di civilizzazione, che parte proprio dalla crescita di ogni individuo che impara dai suoi errori”.

 

Spazio anche alla filosofia, con il rocker emiliano che cita in particolare Heidegger: “L'uomo è stato gettato nel mondo nel senso che quando nasciamo abbiamo bisogno di tutto. Facciamo di tutto per soddisfare le aspettative dei genitori, poi degli amici e di tutti gli altri: nasciamo senza un senso ma se c'è qualcuno che ti ama la tua vita improvvisamente acquista un significato. Senza amore siamo inutili, dipendenti da tutto e bisognosi di tutto”.

 

“Sono sincero solo nelle canzoni – dice poi Vasco – dove mi spoglio completamente e dico che le cose che penso in realtà, anche se normalmente sono molto critico di quello che scrivo. Ho sempre voluto una vita spericolata e piena di guai - conclude il rocker - volevo l'avventura, non una vita monotona”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 2 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Economia
03 dicembre - 09:43
Lo sciopero del black friday da parte dei driver è stato scongiurato grazia a un accordo raggiunto fra sindacati e ditte che effettuano le [...]
Cronaca
03 dicembre - 09:13
Due giovani morti sulla strada, Alessia Andreatta è rimasta vittima di un tragico incidente in A22 mentre la vita di Tommaso Delpero si è [...]
Cronaca
03 dicembre - 05:01
Sono moltissimi in queste settimane i bambini rimasti a casa dall'asilo con diverse patologie. Non solo virus sinciziale ma anche casi di otite, [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato