Contenuto sponsorizzato

Guerra in Ucraina, trasporti gratis per i profughi: “In Trentino vale sia per i treni che per gli autobus”

Con l’ordinanza della protezione civile i profughi ucraini potranno viaggiare gratuitamente entro 5 giorni dal loro arrivo in Italia: “Siamo di fronte a uno scenario delicato e complesso che il nostro Paese deve affrontare in modo sinergico”

Di T.G. - 14 March 2022 - 12:54

TRENTO. Non si ferma il flusso dei profughi ucraini in fuga dalla guerra, in Italia infatti continuano a essere accolti soprattutto donne e bambini. Oltre a una sistemazione, le autorità si stanno adoperando per cercare di venire incontro alle esigenze dei profughi.

 

Nelle scorse ore il capo del dipartimento della protezione civile, Fabrizio Curcio, ha firmato un’ordinanza che dispone importanti agevolazioni in materia di trasporto per la popolazione in fuga dalla guerra in Ucraina.

 

“La fattiva collaborazione con il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Trenitalia e Aiscat – afferma Curcio – ha portato a questa importante misura che rappresenta un ulteriore tassello nel piano di accoglienza della popolazione in fuga dalla guerra. Siamo di fronte a uno scenario delicato e complesso che il nostro Paese deve affrontare in modo sinergico”.

 

L’ordinanza prevede che i cittadini provenienti dall’Ucraina possano viaggiare gratuitamente sul nostro territorio, entro 5 giorni massimo dall’ingresso in Italia, per raggiungere il primo luogo di destinazione o di accoglienza. Il provvedimento comprende la gratuità del trasporto sui treni della società Trenitalia che effettuano servizio di Intercity, Eurocity e Regionali, sui servizi marittimi e sulla rete autostradale.

 

“A prescindere da questa ordinanza – spiega il dirigente dei trasporti della Pat Roberto Andreatta – stiamo utilizzando la disciplina che avevamo già sui richiedenti asilo per prevedere attraverso il Cinformi il rilascio di tessere di circolazione gratuite alle persone ucraine che ci vengono indicati dallo stesso ente”. Stando ai dati forniti dalla Provincia (aggiornati all’11 marzo) i profughi ucraini accolti da Cinformi erano 680.

 

“L’ordinanza nazionale – prosegue Andreatta – è concentrata su trasporto ferroviaria, noi l’abbiamo estesa prevedendo la libera circolazione anche su quello su gomma, mentre la copertura vale sia per gli adulti che per i ragazzi che frequentano scuola”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 30 giugno 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
30 giugno - 18:52
A partire dal 2023 sindaci, vicesindaci e assessori si vedranno aumentare le indennità per una cifra che va dal 18% al 46%. Ossanna: “Riteniamo [...]
Politica
30 giugno - 19:49
Futura e Sinistra Italiana chiedono le dimissioni del consigliere Lorenzo Prati che in aula aveva detto: “È facile fare il finocchio con il coso [...]
Cronaca
30 giugno - 19:25
L'incidente è avvenuto nella zona di Vermiglio lungo una strada forestale. Il mezzo è precipitato per svariati metri finendo contro un albero: [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato